Karate, livornesi all’Open di Parigi WKF

Mediagallery

Ventesima edizione dell`Open di Parigi, stadio Pierre De Coubertin di Parigi, calcisticamente parlando il Maracanà del mondo del karate, la più grande competizione di karate a livello Mondiale per qualità organizzativa e livello tecnico dei partecipanti, oltre 1000 gli atleti solo senior provenienti da 75 nazioni partecipanti.

la gara fa parte del circuito Premiere League – Karate1 – Wkf che con le sue 9 tappe in giro per il mondo decreta ogni anno il miglior atleta mondiale.

Il team Toscana Csen karate era presente con 8 dei suoi migliori atleti e tre accompagnatori/tecnici, un grande risultato di rappresentanza per il karate nostrano.

La gara ha visto la partecipazione dei migliori atleti al mondo di ogni categoria, i nostri atleti hanno dato battaglia su tutti i campi di gara dimostrando di potersela giocare con i più grandi del settore.

Tutto questo grazie alla fattiva collaborazione che si è creata tra la Csen Toscana diretta dal M° Alessandro Fasulo e la Federazione sammarinese arti Marziali del Presidente Maurizio Mazza.

Di fronte a migliaia di spettatori che gremivano gli spalti del palasport parigino ben tre i Livornese partecipanti a questa kermesse mondiale.

Magnelli Alessio  dell’Accademia dello Sport M° Alessandro Fasulo e Triglia Carmelo nei -67kg che si è dovuto arrendere all’atleta di casa dopo un combattimento intenso, Nicola Daddi dell’Athletic Club del M°Viviano Biagi passato in vantaggio contro l’atleta francese si è poi dovuto arrendere nel finale, e  Nicola Spadoni sempre dell’Athletic Club che perde dopo aver messo alle corte per tutti il match l’atleta nazionale francese. Un livornese anche nell’entourage dei tecnici accompagnatori, il tecnico Bini Marco dell’Accademia dello Sport.

Nei kata (forme) la compagine toscana ha schierato per la categoria maschile Jason Ravagli del CAM Lucca del M°Alberto Piccinini, per la categoria femminile Martina Russi del Ninja Club Pescia del M°Manuela Bonamici e Gronchi Asia della Shigithai Pisa del M°Alessandro Arpagaus.

Nel kumite (combattimento) erano schierati oltre a Magnelli, Daddi e Spadoni, Adil Hamoui della Salus di San Giovanni Valdarno e Ordofendi Marco del Ninja Club del M°Stefano Scardigli nei -67kg.

Ad accompagnarli il vice Responsabile arbitrale nazionale Fabio Castellucci della Aksv Figline Valdarno ed i tecnici Alberto Piccinini del CAM Lucca e Bini Marc.

Adesso la compagine toscana prepara già una nuova trasferta in terra Austriaca dove nei prossimi mesi a Salisburgo si terrà un’altra tappa del circuito mondiale, l’Open di Salisburgo Wkf.

 

 

Riproduzione riservata ©