In 4 mila alla festa. Nuove maglie e fuochi d’artificio le sorprese. Il Livorno ringrazia: “Stando uniti si ottengono risultati”

Grandi applausi per i ricordi a Morosini e Manfredi

di rcampopiano

Mediagallery

LE ULTIME DAL MERCATO – LEGGI QUI

 

In attesa dei fuochi d’artificio che siamo sicuri ci regalerà il Livorno in questa nuova avventura in serie A, ieri (10 agosto) se ne sono visti altri. Quelli pirotecnici. Una chicca, una sorpresa che ha fatto da cornice alla splendida festa organizzata dai ragazzi della Curva Nord per la presentazione della squadra amaranto nel piazzale del campo scuola, davanti a 4 mila tifosi.
Un evento riuscito magnificamente grazie al duro lavoro dei tifosi che per giorni e giorni hanno lavorato er allestire un qualcosa di veramente unico nel suo genere. Fuochi di artificio, ma anche maxi striscioni, un campo di calcetto per i più piccoli, stand enogastronomici, mostre, sedie e tavolini distribuiti sul piazzale del campo scuola. “Vedere tutto questo è semplicemente fantastico”, ha detto un Nicola visibilmente emozionato.

Le nuove maglie – L’occasione è stata utile anche per prestare ai tifosi le nuove maglie: oltre al classico amaranto e a quella bianca (che ha però come particolarità una banda amaranto obliqua sulla parte destra), ecco spuntarne una grigia (“Questa ragazzi è la migliore. Quando andremo a giocare negli stadi del Nord ci mimetizzeremo con la nebbia e gli avversari non ci prenderanno mai”, ha scherzato il giornalista Fabrizio Pucci, presentatore della serata assieme al giornalista Luca Salvetti). Le divise sono state indossate da tre splendide ragazze: Giulia Gammanossi (1a, amaranto), Caterina Raugi (2a, bianca), Rachele Chiocchi (3a, grigia).
Il primo completino sarà amaranto, pantaloncini amaranto con bordi neri, calzettoni amaranto con bordi neri. La seconda maglia sarà bianca con due righe oblique amaranto una alta ed una bassa, pantaloncini bianchi, calzettni bianchi con bordo amaranto. La novità è nella terza maglia che sarà grigia con righe oblique amaranto. Grigi anche pantaloncni ed i calzettoni.
Firmate dallo sponsor tecnico Legea, avranno impresso sul petto lo sponsor “Gruppo Banca Carige” (un abbinamento ultradecennale). Alla presentazione hanno preso parte ache il responsabile della Comunicazione di Carige dott. Amato ed il rappresentante per la Toscana di Legea.

La festa – La manifestazione è cominciata a metà pomeriggio. Nel piazzale davanti al campo scuola sono stati  allestiti molti stand tra cui quello ufficiale della Curva Nord, molto apprezzato. Non poteva mancare un piccolo campo da calcetto nel quale grandi e piccini si sono sfidati. E ancora una splendida galleria fotografica, fino ad arrivare agli stand gastronomici (a prezzi popolari) che, intorno alle 20, sono stati letteralmente presi d’assalto con lunghe code. Il tutto senza dimenticare il vero obiettivo: far in modo che quel sentimento unico che legava squadra e città torni ad essere quello di un tempo. “In curva e nei nostri quartieri dei nostri colori andiamo fieri” recitava lo striscione, simbolo della curva Nord, appeso alla ringhiera del campo scuola, assieme a “Amaranto, color di vittoria”, presente all’esterno dello stadio lato gradinata in mezzo ad altri due maxi striscioni raffiguranti le Fortezze.

L’arrivo del Livorno – Verso le 20.10 è apparso il pullman della squadra. A scendere per primo non poteva che essere Nicola, il vero condottiero del gruppo che è stato subito assediato dai tifosi. Via via sono scesi anche tutti gli altri che, dopo aver salutato i tantissimi sostenitori (oltre 4mila) hanno potuto mangiare davanti agli occhi dei tifosi che non si sono staccati dai propri beniamini neanche per un istante. Questo è quello che vogliamo vedere ogni giorno. Squadra e città uniti da un cordone ombelicale indistruttibile. E questo è ciò che dal palco hanno voluto sottolineare Bruno e Luca, i due capi della Curva.

La presentazione – Dopo aver cenato assieme ai tifosi ed essersi concessi ad autografi e foto, i giocatori e lo staff tecnico sono saliti sul palco per la presentazione ufficiale. Luca Salvetti e Fabrizio Pucci hanno fatto sfilare uno ad uno i giocatori (grandi ovazioni per Ceccherini, livornese doc, Emerson, Paulinho, Dionisi, Belingheri, Siligardi, pronto al rientro forse dopo la sosta natalizia, ma anche per i nuovi arrivati Valentini, difensore, e Greco, centrocampista, piedi buoni e testa alta per dirla alla Pucci).
L’ingresso sul palco è stato suddiviso per reparti: nell’ordine, staff, difesa, centrocampo e attacco. Ovviamente, tra il saluto di un giocatore e l’altro, non potevano mancare i cori contro Mandorlini e Verona, Pisa e Berlusconi (ora che si torna in serie A ne vedremo delle belle, sportivamente parlando). Toccanti i ricordi per Morosini, presentato come se fosse ancora qui in mezzo a noi, e Manfredi, storico tifoso amaranto scomparso di recente. “Questa serie A è anche per loro” è stato il coro della piazza mentre veniva sventolata una bandiera con il volto del “Moro”.

I fuochi, i saluti e… i Licantropi – I ragazzi della Nord hanno pensato proprio a tutto e non sono mancati i fuochi d’artificio, sparati dalla gradinata dello stadio. Qualche tifoso ha poi avuto la fortuna di avere in regalo un pallone, omaggio dei giocatori. Palloni lanciati dal palco con il piede impeccabile e potente di Emerson. Il saluto finale lo regala Nicola: “E’ straordinario vedere tutto questo entusiasmo. Noi faremo il massimo e sono sicuro che voi farete altrettanto”.
Spazio poi alla esibizione dei Licantropi, band livornese insieme dal 2005 (Andrea Landi voce e chitarra, Alberto Bindi Basso Elettrico e Cori, Andrea Convalle Sax Tenore e Cori, Francesco Bucchioni Batteria e Cori),  che ha presentato “Cugi”, il nuovo album. Grandi applausi anche per loro e poi tutti a letto. Con la speranza che il 17 agosto al Picchi arrivi il Pisa per il terzo turno di Coppa Italia, in attesa che inizi il campionato che vedrà gli amaranto affrontare in casa, nella prima giornata, la Roma di Totti.

Il Livorno ringrazia – I giocatori, lo staff, i dirgenti e tutta la Società A.S. Livorno Calcio ringraziano i ragazzi della “Curva Nord” per la splendida e calorosa accoglienza che hanno rivolto loro in occasione della “Festa della Curva” tenutasi ieri sera al Campo Scuola di Livorno. Solo stando tutti insieme si possono costruire grandi risultati e l’evento di ieri ci ha mostrato ancora una volta quanto sia importante il connubio tra la nostra squadra ed i suoi tifosi, la sua gente. Grazie ragazzi!

Riproduzione riservata ©