Il Tennis Club presenta le racchette “rosa”. “C’è una serie B da difendere”

Mediagallery

di Marco Palumbo

Si è aperta ufficialmente domenica mattina la stagione agonistica del Tennis Club Livorno. Nella sede del circolo di Villa Lloyd, infatti, si è tenuta la presentazione della squadra femminile che, dopo la promozione ottenuta lo scorso anno, prenderà parte al campionato di serie B nazionale. Presenti, per gli onori di casa, il presidente della società Mauro Conti, il vicepresidente Giuliano Rosati e il Maestro Piero Cocchella. Presenti anche le tenniste Alessandra di Batte, Camilla Cellieri, Veronica Volandri, Lucia Della Fazia, le giovani Ludovica Cocchella e Silvia Salvetti e il nuovo innesto Jelena Simic; mancava solamente Carlotta Nassi, in viaggio verso la Charlotte University, negli Stati Uniti, dove gioca e studia grazie alla vittoria di una borsa di studio.

La serie B rappresenta il coronamento di un progetto ambizioso e importante; la categoria, inseguita invano per alcune stagioni e finalmente conquistata, è infatti un patrimonio da conservare e per centrare l’obiettivo della salvezza la commissione sportiva societaria ha deciso di confermare in blocco il gruppo che ha trionfato in serie C. Unica novità, come detto, la Simic, ventiduenne di grande spessore tecnico, già numero 550 del ranking Wta e con quattro presenze in nazionale alla Fed Cup; arrivata in Italia a quindici anni, vive da alcuni anni in Versilia e ha deciso di giocare per la società biancoverde.

Grande ottimismo in tutto l’ambiente del circolo, come ha affermato il presidente Conti: «La serie B era un obiettivo che inseguivamo da molto tempo e adesso finalmente ci siamo. Abbiamo grande voglia, le ragazze sono pronte e sono sicuro che ce la giocheremo contro chiunque. La squadra è stata affidata a Cocchella, uomo di grande esperienza che farà bene».

Sulla stessa linea di pensiero proprio Cocchella, che da capitano non giocatore traccia un profilo della propria squadra: «Il gruppo è affiatato, mi piace molto e possiede alcune caratteristiche che mi portano ad avere grande fiducia. Innanzitutto la tradizione, le mie giocatrici hanno vinto titoli in passato e sono di sicuro affidamento; poi la gioventù di alcuni componenti della squadra, come Salvetti e Cocchella, che dimostrano già buone qualità e una crescita costante; infine l’innalzamento del livello tecnico del gruppo, grazie all’innesto di Jelena Simic e alla conferma ad alti livelli di Alessandra Di Batte».

Il campionato comincerà il 26 aprile, anche se ancora non si conosce la composizione dei vari gironi. Le squadre impegnate saranno comunque ventotto e verranno suddivise in quattro gironi da sette compagini ciascuno; le prime tre di ogni girone giocheranno i playoff per la promozione mentre le ultime tre disputeranno i playout per evitare di retrocedere in C. L’obiettivo è il quarto posto, per evitare così la temibile coda degli spareggi-salvezza. Un ruolo importante nel raggiungimento dell’obiettivo lo giocherà sicuramente l’attaccamento alla città e la livornesità di questa squadra: tutte le atlete infatti, ad esclusione della Simic, sono nate e cresciute all’ombra dei 4 Mori e questo fattore potrebbe rivelarsi un’arma in più come confermato dalle tenniste: «Questo è sicuramente un punto a nostro favore», ha affermato infatti la Di Batte, «perché ci possiamo allenare meglio e tutte insieme, abitando nella stessa città». Le fa eco Camilla Cellieri: «Essere tutte di Livorno ci consente di creare un’unione più forte».

Al termine della presentazione, Alessandra Di Batte e Jelena Simic hanno effettuato alcuni scambi sul campo 6 del circolo di Villa Lloyd, dimostrando già una grande voglia di cominciare la stagione.

Di seguito il profilo delle giocatrici della squadra biancoverde.

– Jelena Simic: 22 anni, classifica 2.2, bosniaca, ha raggiunto la posizione n. 550 nel ranking Wta. Conta già quattro presenze in Fed Cup con la nazionale del suo Paese e vincendo il recente Open di Genova ha conquistato il diritto di partecipare alle pre-qualificazioni dei prossimi Internazionali di Roma.

– Alessandra Di Batte: 24 anni, classifica 2.4; da Under si è laureata sei volte campionessa italiana. Vincendo l’Open di Siena ha ottenuto il diritto di giocare le pre-qualificazioni degli Internazionali di Roma.

– Camilla Cellieri: 27 anni, classifica 2.7, alterna l’impegno per la squadra all’attività di maestra al Tennis Litorale Pisano.

– Carlotta Nassi: 19 anni, classifica 2.8, giovane di bellissime speranze, attualmente negli Stati Uniti, alla Charlotte University, dove studia e gioca nel circuito americano di seconda divisione, nel quale ha raggiunto la posizione n. 41 del ranking Usa.

– Lucia Della Fazia: 40 anni, classifica 3.5, abile doppista, può vantare numerosi successi in carriera. È anche maestra dei giovani tennisti del Tc Livorno.

– Veronica Volandri: 39 anni, maestra del Tc Livorno dopo aver conquistato moltissime vittorie negli anni ’90. Preziosissimo il suo contributo nel doppio insieme all’amica Della Fazia.

– Ludovica Cocchella: 18 anni, classifica 3.5, è uno dei migliori prodotti del vivaio societario. Ha già debuttato lo scorso anno in serie C e ha ancora ampi margini di miglioramento.

– Silvia Salvetti: 15 anni, classifica 3.4: la più giovane del gruppo, inserita in prima squadra dopo i successi ottenuti come Under 12 e Under 14. Qualificata ai master regionali a quelli nazionali del Trofeo Kinder, è in crescita sia fisica che tecnica.

 

 

 

Riproduzione riservata ©