Il Budokan Portuali in evidenza agli Assoluti

Mediagallery

Gli atleti del Budokan Portuali tornano dai campionati italiani Assoluti disputati a Siracusa con due quinti posti che lasciano parecchio amaro in bocca, perché arrivati al termine di ottime prestazioni che avrebbero meritato maggior fortuna. Diletta Piattelli ha combattuto nella 61 kg, la categoria femminile più numerosa ed impegnativa. E’ partita forte la livornese vincendo tre incontri consecutivi, 5-1, 1-0, e 2-0 contro l’ex campionessa italiana Foresti, utilizzando sia tecniche di pugno che di gamba senza risparmiarsi. In semifinale ha affrontato la vice campionessa italiana Forcella perdendo per 3-0 a causa di un calcio dell’avversaria che ai più era sembrato che Diletta l’avesse parato. Nella finale per il bronzo è andato in scena il derby toscano contro la fiorentina Pitta, atleta battuta dalla Piattelli il mese scorso ai regionali, purtroppo questa volta le parti si sono invertite. “Ero stanca e ho avuto troppa fretta di vincere la medaglia, e non ho mantenuto la concentrazione necessaria” ha dichiarato la karateka livornese al termine della gara. Nella 60 kg Giancarlo Bachi ha vinto i primi due turni 3-0 e 1-0 poi è stato sconfitto dal campano Luca Maresca futuro campione italiano. Nei ripescaggi si è imposto di misura nel primo combattimento , poi anche lui ha ceduto nella finalina per la medaglia. Peccato per il podio mancato all’ultimo incontro ma il maestro Giovanni Vivaldi che ha seguito gli atleti in Sicilia può essere più che soddisfatto di suoi allievi che hanno tenuto alta la bandiera del karate labronico.

 

Riproduzione riservata ©