Happy Hand, 72 ore di sport dove la disabilità non esiste

Mediagallery

Una 72 ore di sport dove atleti disabili e normodotati si sfideranno in tutte le discipline possibili: dal basket al calcio, dal volley alle freccette. Tre giorni dove la parola d’ordine è divertirsi e stare insieme. Da oggi al Centro Sportivo Jessie Owens di Monte San Pietro a Bologna centinaia di curiosi, appassionati e soprattutto sportivi daranno vita all’evento che ha prende il nome di Happy Hand. Per domenica è atteso un nutrito gruppo di livornesi che, grazie all’aiuto dell’agenzia Gold Bet di Shangay, raggiungeranno il cuore dell’evento con tanta voglia di portare avanti i veri valori dello sport.
Per chi fosse interessato ad unirsi alla spedizione è possibile contattare Gino Gino Schirripa sulla sua pagina facebook cliccando qui. 

Riproduzione riservata ©