Risi’atori, oggi in acqua ragazze e under 18

Mediagallery

di Gianni Stampa

Tutto è pronto per la 37° Edizione Coppa TitoNeri Risi’atori, o se preferite la Coppa dei campioni del mare. Due giorni dove la tradizione livornese torna a farsi leggere. Il pomeriggio del sabato la gara è riservata agli under 18 ed al femminile. Il campo di gara sarà la Darsena Nuova. Partenza dal ponte girevole Darsena Nuova, direzione Darsena, prima boa a 120 metri, giro di boa direzione Piloti, passaggio sotto il ponte girevole Darsena Nuova (partenza) seconda boa a 120 metri dal ponte.
Il percorso verrà ripetuto due volte (4 giri di boa) con arrivo la punto della partenza sotto il ponte, per una lunghezza complessiva di circa 900-950 metri.
Le imbarcazioni, sia femminili che juniores, faranno (tutte) le eliminatorie a cronometro singolarmente.
I primi due miglior tempi ed i terzi e quarti tempi faranno le finali a due per il primo e secondo posto, e per il terzo e quarto posto, con partenza incrociata da sotto il ponte girevole e con arrivo nel medesimo punto. I sorteggi per le boe saranno effettuati prima della gara.
Si inizia alle 17 con la gara riservata al femminile ed a seguire l’Under 18.
Femminile – Brogo C., Labrone, Salviano
Under 18 – Borgo C., Labrone, Pontino, Salviano, Venezia
I risultati della scorsa stagione:
Under 18: 1° Borgo 5’32”.0,  2° Pontino 5’44”.5,  3° Venezia 5’55”.4
Femminile: 1° Borgo 6’00”.1, 2° Labrone 6’15”.7, 3° Livorno Sud 6’18”.7
Ricordiamo che le premiazioni saranno effettuate, al palco della festa di “Borgo di Risi’atori” in piazza Mazzini, alle 19.30 circa.
Domenica le gare saranno riservate alle gozzette a 4 remi ed ai Gozzi a 10 remi; la prima partirà dalla diga della Vegliaia, mentre la seconda dalla Torre della Meloria. In entrambe le gare l’arrivo in Darsena Nuova.
Qualche sezione nautica, per cercar di far mantenere all’assessore allo sport le promesse fatte ai Presidenti, ha fatto girar voce, che potrebbero disertare la gara. Siamo certi che ciò non succederà, anche dal fatto che, così facendo, si darebbe ragione a chi diceva ”Stare fermi un anno”.
Ed il danno andrebbe agli organizzatori delle gare. Ricordiamo che la gara de’ I Risi’atori ha vita perché la famiglia Neri sostiene l’intero costo della manifestazione. Ultima considerazione. Durante l’anno quanti sono i vogatori, e coloro, che occupano il loro tempo libero all’interno delle Cantine? Queste persone hanno un’unica soddisfazione, la gara. Altri sono i modi per raggiungere gli scopi prefissati.

Riproduzione riservata ©