“Trofeo di Liberazione”, in acqua solo i 4 remi

Mediagallery

di Gianni Stampa

“Il Trofeo di Liberazione deve essere un messaggio che arrivi ai nostri giovani tramite lo sport”. Con queste parole Laura Bandini, presidente del comitato del trofeo, ha aperto la presentazione della manifestazione nella sala Soci Coop, nel rione de La Rosa. Dopo il tentativo della sezione nautica “Labrone” di far scendere in mare questa gara, che sostituisce il Trofeo Gaetano D’Alesio, lo scorso anno, quest’anno apre, ufficialmente, la stagione remiera 2015. Come abbiamo avuto modo di informare, la gara verrà effettuata con le barche di vetroresina a 4 remi (i gozzi a 10 remi sono stati consegnati, solo alcuni giorni orsono, dopo la consueta messa a punto annuale).
Il logo. E’ stato indetto un concorso tra gli studenti di tutte le scuole cittadine. Ogni concorrente poteva presentare due elaborati, uno in bianco e nero e l’altro a colori. Una volta consegnati, il 2 aprile si è riunita la giuria, composta dal pittore Umberto Falchini e dai grafici Luca Gennai e Stefano Pilato, che hanno scelto il disegno dell’alunno Mattia Prestigiacomo, classe 3° B della scuola I.I.S. “Vespucci-Colombo”, con insegnante di riferimento la professoressa Colombetti. A Mattia, come vincitore, va una fornitura di materiale didattico, per l’anno scolastico 2015/2016, del valore di 250 euro, offerta dalla Unicoop Tirreno. Tutti gli elaborati presentati saranno esposti nella sala socie del supermercato Coop “La Rosa”, via Settembrini, da lunedì 20 al sabato 25 aprile.

Concorso Fotografico. E’ stato indetto un concorso fotografico, per domenica 26 aprile, per immagini, che devono, prevalentemente, interessare le gare dell’evento. Sono ammesse anche immagini riguardanti fasi di allenamenti degli equipaggi nelle loro sedi. Ogni concorrente può presentare, al massimo, 10 foto, che dovrà inviare, per posta elettronica, all’indirizzo: [email protected] entro martedì 5 maggio.  Il file dovrà essere in formato jpeg a 300 dpi con lato maggiore 1024 pixel, riportando nome e cognome dell’autore, ed il numero progressivo attribuito, unitamente alla scheda di partecipazione scaricabile qui.
Il concorso è gratuito ed aperto a chiunque lo desideri. Tutte le opere presentate saranno giudicate da una giuria, composta da tre esperti del settore. Le opere ammesse al concorso e quelle vincitrici saranno esposte nella sede della sezione nautica Labrone, scali Novi lena 4, in occasione dello svolgimento del palio dell’Antenna, giovedì 21 maggio prossimo. I premi in palio: tre Coppe per i primi tre classificati, due targhe agli autori delle opere segnalate e due targhe riservate agli autori delle migliori due opere presentate da partecipanti “Under 18”.
Il Presidente Regionale Enrico Rossi ha concesso il patrocinio della regione Toscana e sarà presente alla gara. Gli organizzatori hanno rivolto un ringraziamento particolare a Rossi con queste parole: “E’ un motivo in più, che ci impegna a proseguire il cammino nei prossimi anni, affinché la manifestazione si evolva e si arricchisca di iniziative, perché, sempre di più, sentiamo la necessità di ricordare e di trasmettere la memoria di quanto dolore, morte e distruzione è accaduto 70 anni fa, affinché non avvenga più”.  Anche l’amministrazione comunale ha concesso il patrocinio, ed il sindaco Filippo Nogarin ha fatto sapere che sarà presente alla manifestazione. Interverrà la banda dell’Svs, sotto la direzione del maestro Filippo Ceccarini e si esibirà al Rotondino degli Scali Novi lena, in un con concerto di musiche dedicate alla Festa della Liberazione. Infine la Società Volontaria di Soccorso sarà presente con due ambulanze, con medico a bordo e defibrillatore, una al traguardo, ed una a metà percorso, in collaborazione con il 118, per eventuali ospedalizzazioni.

Il campo di gara. Per gli equipaggi “juniores” e “femminili” il percorso è di 900 metri; dopo la partenza passare sotto il ponte girevole, effettuare la prima virata alla boa n°1, invertire il senso di marcia, effettuare la seconda virata alla boa n°5, tornare alla boa n°1 per la terza virata, ed andare all’arrivo, posto alla boa n°5.
Per gli equipaggi “senior” il percorso è di 1400 metri: partenza ponte girante, virata alla boa n°2, invertire il senso di marcia per andare alla virata della boa n°3, attraversare la darsena, virata alla boa n°4, ponte girante, far l’ultima virata alla boa n°2, e proseguire verso il posto alla boa n°5.

Alla tavolo della conferenza: Laura Bandini, Massimo Lunardi, Mario Corradi e Luigi Sebastiani, provveditore agli Studi, il quale ha tenuto a precisare: “Non togliere mai il segnalibro dal libro della storia”. Inoltre erano presenti, Riccardo De Martino, direttore tecnico del Comitato Palio Marinaro,  Emiliano Fanelli per il Venezia, Ferrini per il Labrone, e Lemmi per il  Pontino.

Programma ufficiale

Categoria “Giovani”

Ore 15.30 – Borgo Cappuccini

Ore 15.40 – Salviano

Ore 15.50 – San Marco/Pontino

Ore 16.00 – Labrone

Ore 16.10 – Venezia

Categoria “Femminile”

Ore 16.30 – Borgo Cappuccini

Ore 16.40 – Salviano

Ore 16.50 – Labrone

Per dare la possibilità alla categoria Senior di prepararsi per la gara, l’organizzazione ha inserito, per tutti gli amanti della voga una gara “Fuori Classifica”, massimo 3 equipaggi-percorso 900 metri. Partenze alle 17.

Gozzette a 4 remi “Senior”

Ore 17.30 – Borgo Cappuccini

Ore 17.32 – Livorno Sud

Ore 17.40 – San jacopo

Ore 17.41 – Ovo Sodo

Ore 17.50 – Salviano

Ore 17.52 – S.Marco/Pontino

Ore 18.00 – Labrone

Ore 18.02 – Venezia

Al termine delle gare seguirà la premiazione di tutte le categoria, al rotondino degli Scali Novi lena-via Gaetano D’Alesio. 

Riproduzione riservata ©