Canottaggio. Anno d’oro per il gruppo sportivo Tomei

Mediagallery

Dopo la prima esperienza dello scorso anno, è ottimamente riuscita la festa sociale di fine stagione che si è svolta domenica 13 dicembre nella sezione nautica di canottaggio dei Vigili del Fuoco Tomei Livorno sullo Scolmatore d’Arno. Quest’anno la gara sociale si è disputata con il quattro senza sulla distanza di 250 metri fra equipaggi misti composti da atleti di ogni grado selezionati per sorteggio. Si sono susseguite, quindi, batterie, semifinali e finali caratterizzate da grande impegno e sfottò in un clima di grande amicizia ed alla presenza di un folto pubblico. Significativa la partecipazione di tutti i familiari degli atleti che durante la stagione hanno sempre fattivamente collaborato con la società. Hanno preso parte alla gara sociale 32 atleti (8 quattro senza).  Questi i risultati:
al primo posto l’equipaggio composto da Ferrini, Galletti, Baldanzi, Savatteri, al secondo l’equipaggio di Mori, Tintori, Filì, Petrai, al terzo posto Traso, Picchetti, Rossi, Piras.
Alle prove, con una gara a parte per disabili, hanno partecipato anche gli atleti Special Olympics di Sportlandia evidenziando i notevoli progressi acquisiti nella tecnica di voga. Hanno gareggiato gli atleti speciali Said H’Moudi, Vittorio Malacarne, Davide Belinci, Giacomo Oliviero, Victor Pastenes, Gabriele Morelli, Francesco Rossi. Timoniere di eccezione Umberto Ceccarelli timoniere della società negli anni ’60 e ’70.
Nel 2015 con i tecnici e dirigenti Stefano Lari, Antonio Baldacci, Massimo Marconcini, Gianluca Caschetto e Maurizio Quercioli gli atleti Grigiorossi del Tomei hanno raggiunto importanti risultati partecipato a 23 manifestazioni in Italia e alla Coupe de la Jeunesse in Ungheria. Le gare sono state 285 con 71 medaglie d’oro, 47 d’argento e 52 di bronzo. Tra queste medaglie spiccano le 6 medaglie conquistate ai campionati italiani di tutte le categorie, delle quali 1 d’oro, 1 d’argento e 4 di bronzo. Veramente soddisfacente il piazzamento della società nelle classifiche nazionali considerando le 235 società affiliate alla Federazione Italiana Canottaggio, questi i risultati:
Coppa Carlo Montù (per le categorie dai Ragazzi ai Senior) 32° posto a livello nazionale e 4° posto dietro a Firenze, Limite e Arno Pisa in Toscana. Trofeo Paolo d’Aloja (categorie Allievi B e C e Cadetti) 4° posto a livello nazionale e prima società della Toscana. Classifica Generale (somma dei punti della Coppa Carlo Montù e Paolo d’Aloja) 21° posto a livello nazionale e 2° posto dietro Firenze in Toscana.
Coppa Italia Gran Fondo con le gare di Pisa (gennaio 2015), Torino (febbraio 2015), San Giorgio di Nogaro (UD) novembre 2015, e Sabaudia (dicembre 2015) 15° posto e 3° posto dietro a Firenze e Limite in Toscana.
Dopo la gara si è proceduto alle premiazioni sotto la guida di Antonio Baldacci e con la presenza dei campioni iridati Marco Marconcini e del Consigliere Regionale della Federazione Italiana Canottaggio Mauro Martelli.
Miglior punteggio dell’anno per il Canottiere Andrea Cattermol, secondo e terzo posto per Edoardo Benini e Francesco Ferrini.
Come ogni anno abbiamo avuto la presenza di vecchie glorie che hanno animato la società ai suo esordi sotto la guida del mai dimenticato Unico Marconcini. Erano presenti quest’anno: Egidio Valli, i fratelli Bertini Maurizio e Roberto, Riccardo Filippi, Claudio Vannucci, Sergio Pietroni, Marco Marconcini, Vittorio Pasqui, Umberto Ceccarelli.
Tutto è culminato con un eccezionale pranzo sociale e con un grande brindisi augurale per le feste natalizie e per la stagione 2016 dove si cercherà di scalare ancora qualche posto del ranking nazionale.

Riproduzione riservata ©