Etruschi, domenica è derby con Cecina

Mediagallery

Gli Etruschi Livorno compiono, in questo 2015, venti anni di vita. Si tratta di un anniversario da onorare al meglio. Chiamate a celebrare l’avvenimento non sono chiamate solo le sette (!) agguerrite formazioni under: anche la prima squadra verde-amaranto, targata ‘Fulgida’, deve dare l’esempio. I ragazzi allenati da Daniele Campani devono moltiplicare gli sforzi e scalare le posizioni di classifica; devono mettere nel dimenticatoio le amarezze dell’ultima fase del girone d’andata e iniziare con il piede giusto la fase discendente. Attualmente, al giro di boa del campionato della C1 toscana, la Fulgida occupa solo la settima piazza ed accusa 14 lunghezze di ritardo dal podio. Un gap che deve essere ridotto al più presto. I mezzi per salire in graduatoria non mancano. Anche nello scorso torneo, i verde-amaranto riuscirono a crescere alla distanza. Questa domenica, nel primo impegno del 2015, la Fulgida rende visita ai ‘cugini’ degli Emergenti Cecina
cadetto. Il ‘derby della costa’ si gioca alle 14,30. Per gli ospiti si tratta di una sfida tutt’altro che proibitiva. La Fulgida, che all’andata si impose in scioltezza, si è allenata con impegno nel corso del lungo letargo invernale (il torneo, in omaggio alle festività di fine anno, è stato fermo cinque settimane). I verde-amaranto possono presentarsi all’appuntamento pressochè al completo. La formazione cadetta degli Emergenti Cecina occupa la sesta posizione in classifica, con un punto in più della Fulgida. I cecinesi possono contare su un discreto pacchetto di mischia, sono temibili sul campo amico, ma non sono certo imbattibili. La Fulgida, se torna ad esprimersi sugli alti livelli evidenziati nei vittoriosi confronti con Amatori Prato e Tirreno cadetto, può vincere. Per compiere il salto di qualità, è però indispensabile guarire dal ‘mal di trasferta’, che ha pesantemente condizionato il cammino di Mazzoni e soci nel corso del girone
d’andata. Può essere la gara della svolta: i primi venti anni di vita della società devono essere celebrati in grande stile…

Riproduzione riservata ©