Esposto in Procura contro l’arbitro Nasca

Mediagallery

I tifosi amaranto non ci stanno. E vogliono andare fino in fondo mettendo sotto la lente di ingrandimento il comportamento del fischietto e del guardalinee nella partita che è valsa la retrocessione e terminata 2 pari contro il Lanciano. Non è un mistero infatti che tanti tifosi attribuiscono l’amaro pareggio alla condotta arbitrale. Così il Coordinamento Club Livorno, nella persona del suo presidente Ivano Falchini, ha deciso di depositare un esposto alla Procura della Repubblica affinché sia accertato se ci sia stata violazione dei principi di lealtà sportiva e ed una condotta tesa alla frode sportiva e a danneggiare squadra e tifosi livornesi nei confronti dell’arbitro Luigi Nasca e dell’assistente arbitrale Emanuele Prenna.
Clicca sul link in fondo all’articolo per leggere e consultare in formato pdf l’esposto inviato in Procura.

Riproduzione riservata ©