Cerimonia conclusiva per “Lo Sport Multietnico”

Mediagallery

Si è svolta mercoledì 17 giugno  la Cerimonia finale del Progetto Multietnico,  concluso per questa sua prima parte di anno ma sicuramente volto ad una prosecuzione a partire dal prossimo anno sportivo.

Inclusione sociale attraverso lo sport: questa è stata la sfida che fin dal suo nascere si è posto questo  ambizioso Progetto, fortemente voluto dall’allora Presidente del Coni di Livorno Gino Calderini e portato avanti grazie al prezioso contributo della Fondazione Livorno, nella persona del Presidente Avv. Luciano Barsotti, e della Regione Toscana.

Accogliere ed inserire nelle Società Sportive bambini stranieri dai 6 ai 14 anni, per permettere loro una sempre maggiore integrazione, garantendo corretti stili di vita e  continui momenti di  confronto e  crescita nello svolgimento della disciplina sportiva prescelta.

Calcio, Judo, Karate, Kikboxing, Tennis Tavolo, Atletica Leggera, Nuoto, Basket, Danza: questi gli sport offerti ai giovani stranieri immigrati nella nostra città con le proprie famiglie, sport praticati con costanza, entusiasmo e riconoscenza.

Dietro un simbolico contributo economico agli istruttori delle Società Sportive resesi disponibili, i bambini, segnalatici dalla Comunità di Sant’Egidio, da sempre preziosa collaboratrice del Progetto, dalla Caritas Diocesana, dalla Scuola e dallo stesso mondo sportivo, hanno svolto l’attività a fianco dei loro coetanei crescendo nei valori dell’amicizia, del rispetto delle regole, della solidarietà, della consapevolezza dei propri limiti e delle proprie capacità.

La Carta Etica dello Sport, come la Regione Toscana intende sottolineare, evidenzia proprio i valori che il Coni Livorno, con il suo Delegato Paolo Corrieri, vuole promuovere anche con questo Progetto:

ART 2: TUTTI HANNO DIRITTO DI FARE SPORT PER STARE BENE

ART 5: LA PRATICA DELLO SPORT E’ COMPONENTE ESSENZIALE NEL PROCESSO EDUCATIVO

ART 10: LA PRATICA SPORTIVA, LEALMENTE ESERCITATA, GENERA RECIPROCA FIDUCIA E FAVORISCE LA SOCIALIZZAZIONE E LA COESIONE SOCIALE FORNENDO OCCASIONI DI CONOSCENZA, COMPRENSIONE E APPREZZAMENTO, ANCHE TRA PERSONE DI DIVERSE ORIGINI CULTURALI

Durante la Cerimonia sono state consegnate alle Società Academy Livorno Calcio, Livorno Calcio di Stagno, l’Orlando Calcio, Pro Livorno Sorgenti, Octopus Promo Pro Akiama, Judo Vento d’Oriente, Karate Livorno, Athletic Club, Bernini Tennis Tavolo, Atletica Livorno, Atletica Libertas Runners Livorno, Officina dello Sport, Scuola di Danza Dea, Meloria Basket 2000, Basket Femminile Livorno e U.S. Livorno Basket delle targhe di ringraziamento per la preziosa collaborazione nel dimostrare la propria disponibilità e solidarietà aderendo con entusiasmo crescente all’iniziativa.

Ai tantissimi bambini presenti sono stati offerti dei piccoli gadget.

Un grazie alla Fondazione Livorno e alla Regione Toscana che con il loro contributo economico hanno permesso la crescita progressiva del Progetto giunto ad accogliere, quest’anno, circa 100 bambini e bambine ed uno speciale ringraziamento anche alla Comunità di Sant’Egidio, ponte prezioso tra il Coni e le famiglie di tanti bambini accolti e a tutti coloro che si sono adoperati per il raggiungimento di tante soddisfazioni.

Riproduzione riservata ©