Caso Mutu: Juve e Livorno devono 21 milioni al Chelsea

Mediagallery

Mutu e il Livorno. Una storia nata quasi per caso e che ora rischia di costare cara. Il giocatore arrivò al Livorno nel 2004 per fare un favore alla Juventus senza mai vedere il campo. Ora le due squadre devono al Chelsea qualcosa come 21 milioni di euro. A riportare la notizia è stata la Gazzetta dello Sport. Ma andiamo con calma.

La storia di Mutu – Il giocatore, dopo i problemi avuti al Chelsea con la droga, venne avvicinato dalla Juventus nell’estate del 2004. Tuttavia la società bianconera non poteva tesserare altri extracomunitari e inoltre il rumeno non poteva scendere in campo fino a maggio dell’anno successivo. Ecco quindi che Moggi, visti i buoni rapporti con il Livorno, avvicina Spinelli chiedendogli il favore di tesserare Mutu per un anno. Un po’ come accaduto quest’anno con Botta. Proprio il passaggio dell’attaccante alla Juventus via Livorno è alla base della richiesta presentata alla Fifa dal Chelsea.

La richiesta – Nei giorni scorsi alle due società, Livorno e Juventus, è arrivata è stata notificata la decisione della Dispute Resolution Chamber (la Camera di risoluzione delle vertenze) della Fifa che “impone” ai due club di pagare al Chelsea in “soldo” (nel senso che devono dividersela tra loro) la somma di 17 milioni di euro. La cifra arriva a 21 grazie agli interessi. In un primo momento la Fifa aveva imposto allo stesso Mutu di pagare.

Il ricorso – Come riporta la “rosea”, le due società hanno 21 giorni per fare ricorso al Tas di Losanna anche se gli interessi aumentano di 2500 euro il giorno. A quanto pare la Juventus, nel suo bilancio, aveva già inserito il pagamento di questa somma. Gli avvocati bianconeri sono fiduciosi e puntano sul fatto che il Chelsea ha deciso di agire per vie legali contro i due club dopo non essere riuscita ad avere quei soldi da Mutu. Siamo in attesa di capire anche le intenzioni del Livorno.

Riproduzione riservata ©