Campionati assoluti, bravi i bianco-verdi e gli amaranto. I risultati

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

Dopo molte gare riservate alle categorie giovanili, nel fine settimana è andata in scena a Pontedera la prima giornata dei Campionati di Società assoluti; tutti in pista, quindi, a caccia di punti per le finali nazionali.
La classifica finale conferma l’Atletica Livorno come la prima società cittadina ma se in campo maschile i bianco verdi possono gioire per il terzo posto, in quello femminile sono solo quinti, un risultato che contrasta con i vertici cui sono abituati nelle categorie giovanili. Bene la Libertas Runners, che segue di misura i cugini nella classifica femminile ed è decima in quella maschile.
Per quanto riguarda i risultati individuali, in ordine di società, si sono distinti per i bianco verdi Marco Landi (quarto nei 100m e terzo nei 200m) e Alessandro Bacci (quarto nei 400m) nella velocità; due ori nel mezzofondo li vince l’inarrestabile Joao Bussotti, che si aggiudica sia gli 800 che i 1500 dove è quarto Samuele Dini (3:45.96 e 3:49.68 i loro crono). Ottimi quarti nei 3000m e nei 110Hs Luca Lemmi e Andrea Bacci, quarto anche nei 400Hs. Andrea Lemmi, in gara con i colori della società di origine come prevede il regolamento, è argento nell’alto con 2,15 mentre Luca Marsi, decathleta, vince con 4,40 il salto con l’asta. Eric Fantazzini nel martello manca di un soffio il podio su cui sarebbe salito a fianco dell’eterno Nicola Vizzoni, primo con 72,14m. Buon quarto Filippo Girardi nella 5000m di marcia e bene anche le staffette di velocità: Foresi, Tori, Bacci e Landi sono quinti nella 4×100, Tori, Baldacci e i fratelli Bacci sono terzi nella 4×400.
Tra le donne, Ilaria Germani è quinta nei 400m mentre nei 5000m viaggiano veloce Sonia Ruffini e Irene Antola, terza e quarta. Bene Giulia Morelli nei 3000 siepi, sul podio anche se con un tempo che non porta punti alla società, e benissimo Francesca Boccia nell’asta, prima con 3,60m nonostante un fastidioso vento contrario. Ottima la prestazione di Ilaria Cariello, terza nel lungo (5,65m) e quarta nel triplo (12,03m). Quinte, ed entrambe e a punti, le staffette: Cariello, Buselli, Bianchini e Lensi nei 100m e Germani, Cantoni, Lensi e Bianchini nei 400. Quinta anche Argelassi nel giavellotto.
In casa amaranto si segnala un grande Stefano Borea che sorvola l’asticella dell’alto a 1,99m, primato personale e terzo posto assoluto per lui, e si mette in caccia del mitico ultimo centimetro. Bene anche Filippo Maniaci nel lungo, quinto con 6,48m pur non essendo uno specialista e grande Giacomo Grotti, che conquista l’ennesimo oro nel disco con 50,48m, una misura comunque per lui non eccezionale. Del Vivo, Bindi, Fagioli e il fortissimo ostacolista Contini sono poi quarti nella 4×400 con 3:28.22.
In campo femminile molte le atlete a punti ma pochi piazzamenti di spicco. Moira Pachetti continua a fare risultati nei “suoi” 800m dove giunge quinta con 2:16.47, stesso piazzamento di Alice Criscuolo nell’asta (3m la misura). Ottima Matilda Chelli, che da allieva conquista due quarti posti nel peso e nel disco. Seste le staffette Faraggiana, Santerini, Fagioli e Procacci nei 100m e Montesano, fagioli, Pachetti, Monacci nei 400m.

Riproduzione riservata ©