Primavera. Livorno, un ko che fa discutere

Mediagallery

Dopo tre vittorie consecutive, si ferma la striscia vincente del Livorno che resta fermo a nove punti in classifica (CLICCA QUI). La squadra di Gelain viene sconfitta da un Catania cinico a sfruttare le occasioni da rete create. La partita si indirizza subito male per i giovani amaranto che dopo due minuti vengono trafitti da Cozza, abile a sfruttare nel migliore dei modi una corta respinta di Corelli su tiro di Gallo. Poco dopo gli etnei potrebbero raddoppiare, ma Di Grazia colpisce il palo. Il Livorno reagisce, ma dà l’impressione di andare in difficoltà quando si tratta di buttare dentro il pallone. Nella ripresa la musica cambia e Favilli pareggia il conto dei legni: il suo tiro infatti si stampa sulla traversa. Nel momento più bello, il Catania raddoppia con un rigore di Di Grazia (siamo al 66′). Gli amaranto non ci stanno e Ricci al 78′ riapre la gara con un preciso destro. Nel finale succede di tutto: Cragno viene agganciato in area di rigore, ma per l’arbitro è simulazione. Giallo per il giocatore e rosso diretto per Simonetti. Finisce così, con gli amaranto furiosi con il direttore di gara.

Il tabellino

LIVORNO: Corelli; Morelli, Stoppini, Borselli, Macera (45′ Buselli), Del Gratta, Ricci, Albamonte (72′ Cragno), Favilli, Bartolini, Quilici (75′ st Simonetti). A disposizione: Cesetti, S. Morelli, Nigiotti, Parente, Pierini, Servi, Auteri. Allenatore: Gelain.
CATANIA: Ficara; Scapellato, Ramos, Sessa, Berezny, Di Maio, Di Grazia (68′ Bonaccorso), Gallo, Cani, Cozza (78′ Di Mauro), Rossetti (90′ Battaglia). A disposizione: Matosevic, Rescigno, Biancola, Marino, Ventrone, Compagno. Allenatore: Pulvirenti.
Arbitro: Sassoli di Arezzo
Reti: 2′ Cozza,  66′ Di Grazia (r), 78′ Ricci

Riproduzione riservata ©