Juniores. Pari e spettacolo tra Picchi e Pls. Pesante ko per l’Antignano

Mediagallery

di Gianni Picchi

A.Picchi – Pro Livorno Sorgenti 2-2

A.Picchi (4-4-2): Dini, Migliarini, Cinapri, Venuta, Simoni, Zannotti, Catania ( 33’ Gulì) Tosi, Paolotti ( 53’ Roppolo) Lucarelli, Cocchini ( 86’ Cristoferi). A disp: 12 Bertini 13 Gallo 14 Rotta 16 Martini All. Ballerini

Pro Livorno Sorgenti ( 4-3-3): Fraschetti, Brilli ( 87’ Mascagni) Quaglia ( 46’ Fiorenzani) Cammellini ( 63’ Ferrini)   ) Raffalli, Colombini, Domenici, Verani, Botti ( 46’ Malloci) Giusti, Brondi ( 81’ Verzoni). A disp: 12 Pagani 14 Melita  All. Viterbo

Arbitro: Molinari di Pontedera

Reti: 8‘ Domenici 12’ Raffalli (aut.) 24’ Cammellini 46′ Simoni (rig.)

Note: 25’ Espulso Cinapri

Pareggio nel primo derby livornese, e con 4 gol. Due squadre, due modi di interpretare il calcio. Gli amaranto di mister Viterbo hanno scelto la via della tecnica, essendo nelle loro corde, fatta di passaggi corti, buon giro palla, ma cercando troppo di affondare centralmente, mentre la squadra di mister Ballerini ha scelto la praticità e sfruttare la velocità di alcuni suoi giocatori. Pur essendo un derby è stata una partita corretta, anche se talvolta maschia, ma con grande lealtà. L’unico che non l’ha capito è stato il direttore di gara. Al piccolo contatto fischiava punizione, norma del vantaggio spesso ignorata. Nei primi 10’ minuti ha tirato fuori 5 cartellini gialli, e poi un rosso, perché Cinapri gli ha detto con aria innocente che gli aveva fischiato una punizione contro. E’ vero che il Picchi è restato in dieci, ma con le misure dove si gioca, il rettangolo sintetico,  l’inferiorità numerica non crea molte difficoltà. Anzi, dicendola alla Liedholm: in 10 si gioca meglio, perché aumentano gli spazi.

Dopo otto minuti è la Pls ad andare in vantaggio. Cammellini, il migliore in campo, poi uscito, ha lanciato con pallone preciso, sulla fascia destra per Domenici che controlla, entra in area, e batte il portiere con un delizioso pallonetto. Il Picchi si riversa in area ospite. E da un calcio di punizione (alquanto dubbio) lungo la linea dell’area di rigore sulla sinistra, calciato direttamente in porta nasce il gol del pareggio. Grande mischia in area piccola. Raffalli, pressato da Lucarelli, tocca verso la sua porta, ed inganna Fraschetti.

La Pls non ci sta, e crea diverse azioni da gol, fino al 24’. Quando Cammellini, su calcio di punizione, quasi al vertice dell’area di rigore, scavalca la barriera e trova l’incrocio dei pali, riportando così la Pls in vantaggio. Da questo momento la Pls cerca di controllare la partita, ma al 1’ minuto di recupero subisce un calcio di rigore. Azione sulla fascia sinistra. Contatto, spalla con spalla, tra Brilli e Cocchini, che finisce a terra in area. Rigore. Tra la meraviglia dei giocatori, e di chi era in tribuna. Anche dal fatto che, tra i due calciatori, vi è una certa differenza fisica, non valutata dal signor Molinari. Simoni sul dischetto, ed è gol. Ed è pareggio.

Nella seconda parte della gara, girandola di cambi, con le due squadre che cercano la vittoria. Ma solo in un paio di occasioni si vede la bravura de due portieri. Così si arriva a triplice fischio.

Risultati 2° Giornata

A.Picchi – PLS                                   2-2

A.Piombino – V.Mazzola             4-1

Gracciano – Cecina                         0-0

C.Fiorentino – S.Miniato              1-2

Castelbadie – Barbanella             3-1

Roselle – Valdarbia                         1-2

Cenaia – Antignano                        6-2

Venturini – Forcoòli                       1-2

Classifica: Castelbadie, Cenaia, Forcoli, Valdarbia 6 /// PLS 4 /// Piombino, S.Miniato 3 /// A.Picchi, Cecina 2 /// Antignano, Castelfiorentino, Roselle, V.Mazzola, Gracciano 1 /// Venturina, Barbanella 0

Prossimo Turno

Antignano – Piombino

Forcoli – Gracciano

PLS – Castelbadie

Roselle – Venturina

S.Miniato – Cenaia

Cecina – Barbanella

Valdarbia – Picchi

V.Mazzola – Castelfioretino

Riproduzione riservata ©