Gautieri si tiene il punto: “Buona prestazione”

Mediagallery

In casa Livorno c’è un misto di sentimenti: da una parte la soddisfazione per essere usciti dal Comunale con un punto in tasca, dall’altra l’amarezza per aver gettato al vento l’ennesima occasione di tornare alla vittoria fuori casa. Gautieri fa i complimenti alla sua squadra pur ammettendo un, decisivo, errore: “Se devo trovare una pecca in questo match, allora dico i nostri primi dieci minuti della ripresa. Siamo entrati in campo senza la giusta convinzione e l’Entella è stato bravo a punirci. Mi ritengo comunque soddisfatto del punto conquistato perché abbiamo creato numerose palle gol. Siamo stati bravi a recuperare una volta sotto, senza perdere il giusto equilibrio in mezzo al campo. Questo si conferma un campionato ostico dove non c’è una squadra in grado di fare il vuoto. Noi possiamo dire la nostra e dovremo farci trovare pronti per il rush finale”.

Djokovic si tiene stretto il punto guadagnato: “Nel primo tempo abbiamo avuto alcune buone occasioni, ma non siamo stati bravi a sfruttarle. Poi la legge non scritta del calcio si è fatta sentire e da un momento all’altro eravamo sotto di una rete. In quel momento è scattato qualcosa dentro di noi tant’è che abbiamo dominato la partita fino all’ultimo. Peccato non essere riusciti a portare a casa i tre punti, ma in un campionato come questo meglio uscire dal campo con un punto che a mani vuote. Adesso dobbiamo pensare al Vicenza, consapevoli del fatto che se giochiamo da Livorno non ce n’è per nessuno”.

C

Anche Bernardini vede di buon occhio il pareggio: “Questo è un campo difficile dove hanno perso squadre importanti. Noi siamo stati bravi a dettare il nostro gioco per tutto il primo tempo anche se al momento ci manca un po’ di cattiveria sottoporta. In difesa abbiamo subito poco a parte la rete dell’1-0. Resta un pizzico di rammarico perché partite come queste sono da vincere anche se un punto è meglio di niente”.

Mazzoni invece mastica amaro: “E’ normale che ci sia un po’ di amarezza. Abbiamo completamente sbagliato l’approccio nella ripresa e giustamente siamo stati puniti. Dopo c’è stata una bella reazione come spesso avviene in queste circostanze. La classifica è e continua a restare buona anche se con un successo potevamo essere al secondo posto. Il gol subito? E’ stato bravo l’attaccante e ingenui noi a non saper buttare via il pallone sulla mia prima ribattuta”.

In casa Entella, c’è un po’ di rammarico per questo pareggio stando alle parole di mister Prina: “Una volta andati in vantaggio, dovevamo gestire meglio la partita. Onore al Livorno che ha trovato la rete con una bellissima giocata. Adesso contro il Latina ci aspetta una gara importante; noi andremo là con il carattere e lo spirito che ci hanno sempre contraddistinto. Come ultima cosa, vorrei spendere due parole per la condizione fisica dei miei ragazzi: non era facile giocare due partite a distanza così ravvicinata senza essere sulle gambe”.

Riproduzione riservata ©