Minaccia l’arbitro con una sedia: espulso

Mediagallery

Sui campi di gioco siamo abituati a vederne di tutti i colori. Quello che è successo a Perignano nel campionato juniores ha dell’incredibile. La partita era tra Vada e Perignano e un giocatore della formazione livornese, T.B. le sue iniziali, è stato espulso dall’arbitro per doppia ammonizione. Nell’uscire dal campo ha proferito qualche parolina di troppo, ma fin qui, purtroppo, è tutto regolare visto che nessuno accetta bene un’espulsione. Il calciatore tuttavia non condividendo il cartellino rosso è rientrato in campo e ha minacciato il direttore di gara con una sedia. Fortuna per lui che i compagni lo hanno fermato prima che la situazione degenerasse. Per lui sono scattate cinque giornate di squalifica, poche se si pensa a cosa poteva accadere.

Riproduzione riservata ©