Eccellenza. Buon pareggio per la Pls contro Viareggio

Mediagallery

di Gianni Stampa

PRO LIVORNO SORGENTI – VIAREGGIO 1-1
Pro Livorno Sorgenti (4-1-2-3) Rizzato, Brizzi, Rossi, Sgariglia, Rivecci, Domenichini, Facenna, Bozzi, Pellegrini, ( 82’ Sarais) Hemmy, Bachini ( 60’ Zoncu). A disp: 12 Bartorelli 13 Raffalli 14 Cammellini 15 Giusti 18 Voliani All. Niccolai
Viareggio (4-2-3-1 ) Michelotti, Chimenti, Signorini, Reccolani, Visibelli, Monopoli, Benedetti ( 65’ Bruzzi) Brondi, Scandurra, Buglio, Mammetti. A disp: 12 Carpita 15 Macchioni 16 Di marzo 17 Dell’Ovo 18 Chelotti All. Tognarelli
Arbitro: Galipò di Firenze
Reti: 6’ Mammetti 29’ Bozzi

Pareggio tra Viareggio e Pls, come all’andata. Ricordiamo che quella livornese fu la prima squadra ad imporre un pareggio, tra le mura amiche, alla squadra bianconera. Un risultato che, la squadra di Matteo Niccolai, se l’è meritato a pieni voti. Senza paure di affrontare una compagine di giocatori che, non solo per l’età, ma per la maggior attività sui rettangoli di gioco. E’ chiaro che, inizialmente, la squadra di Paolo Tognarelli, il non dimenticato terzino sinistro del Livorno, con Melani allenatore, e vittorioso di un campionato,  ha cercato di occupare ogni spazio del meraviglioso fondo, con verde naturale, che invita a giocare la palla a terra. La Pls ha risposto colpo su colpo e, dopo un’ora,  ha preso in mano le redini del gioco  (come a Viareggio) dando l’impressione di essere lei la prima della classe, sfiorando in varie situazione il gol, con una traversa a firma di Facenna, da calcio d’angolo.
Sul piatto della bilancia agli amaranto mancavano 4 assenze importanti, Filippi, e Spagnoli, squalificati, Sannino infortunio ad una mano, e Falleni, problemi muscolari. A qualsiasi squadra potevano tremare i polsi, o le caviglie, andando ad affrontare il Viareggio. Niente di tutto questo, e pensare che la squadra veniva dal 6-1 di Seravezza; in settimana Niccolai, con il suo team, Fabio Antonini, Sandro Beltramme, Alessio Brucini, ed il sanitario Mauro Perondi, hanno saputo toccare le corde giuste.
Rizzato non ha fatto rimpiangere Sannino, anzi, Rivecci, sicuro e “cattivo” al punto giusto, Brizzi ha dato l’impressione di essere già un veterano, e Facenna e Pellegrini hanno saputo, a turno, non far rimpiangere Filippi. Molti i commenti positivi nella tribuna stampa gremita, come non lo era mai stata, tra televisioni, radio e carta stampata. A termine, quando abbiamo chiesto il migliore della Pls, hanno risposto in coro: tutta la squadra e l’allenatore.
Ed il pubblico, in una tribuna gremita in ogni ordine di posto, ha dato dimostrazione di avere assistito ad una bella partita. E’ chiaro che, il gruppo degli ultras viareggini, che non hanno mai lasciato sola la propria squadra, al termine, fossero amareggiati per il pareggio, e non essere più in testa alla classifica; ma non hanno mancato di applaudire la Pls, al termine della partita.
Le Reti
6’ Vantaggio Viareggio. Mammetti sulla sinistra palla al piede, punta Rossi, e lo salta, Rizzato tenta l’uscita; ma il numero undici bianconero lo beffa con un pallonetto.
29’ Pareggio Pls. Azione Sulla sinistra, Bachini entra in area palla al piede e, dal fondo, crossa all’indietro. Michelotti tenta di smanacciare; ma sfiora, Bozzi al limite area piccola, di testa, gonfia la rete.
Risultati 10° giornata di ritorno
C.Fiorentino – Lammari 0-0
Cuoiopelli – A.Piombino 2-0
G.Taccola – Pietrasanta 3-2
Ghivizzano – Castelnuovo 1-0
PLS – Viareggio 1-1
R.Querceta – La Portuale 0-1
Rosignano – Forcoli 2-2
S.C. Cenaia – Seravezza 3-0
Riposava: Camaiore
CLASSIFiCA: Ghivizzano 52 /// Viareggio 50 /// Camaiore 48 /// Cenaia 45 /// Querceta 41 /// Pietrasanta, Cuoiopelli 37 /// Lammari 36 /// Seravezza, La Portuale 35 /// U. Taccola 29 /// PLS 27 /// A.Piombino 26 /// Castelnuovo 24 /// Forcoli, Castelfiorentino 23 /// Rosignano 19
Prossimo Turno
A.Piombino – PLS
Camaiore – Querceta
Castelnuovo – Cuoiopelli
Forcoli Ghivizzano
Lammari – U. Taccola
M.La Portuale – Rosignano
Seravezza – Castelfiorentino
Viareggio Cenaia
Riposa: Pietrasanta

Riproduzione riservata ©