Beach soccer, Ciappellini chiude la porta

Mediagallery

Si chiama Leonardo Ciappellini ed è uno dei portieri del Livorno Beach Soccer. E, chiunque abbia avuto modo di vederlo in campo (anzi, su sabbia) durante la prima tappa del campionato, si è reso perfettamente conto di trovarsi di fronte ad un talento non comune. Reattività quasi animalesca, grinta e determinazione, grande personalità e occhi della tigre: tutte caratteristiche che denotano un grande portiere. Se a ciò si aggiungono anche alcuni interventi assolutamente decisivi, tra i quali vanno considerati due rigori parati, di cui uno a pochi secondi dalla conclusione del terzo tempo di gioco (su risultato di parità, e che quindi, se segnato, avrebbe consegnato vittoria e tre punti alla Vastoiese) allora abbiamo il perfetto ritratto di un nuovo, giovane campione.
In realtà, ho avuto anche fortuna – dichiara Leonardo, con modestia – quel rigore sono riuscito ad intuirlo e spingerlo fuori di porta, mentre i calci di rigore a fine partita erano meno angolati.” Eppure, per molti, è proprio grazie alle sue parate che il Livorno è riuscito a portare a casa quantomeno un punto, sconfiggendo la Vastoiese domenica pomeriggio. “Era la mia seconda partita ufficiale e sono molto contento di com’è andata. Il Beach Soccer è uno sport molto bello, ma anche difficile: sulla sabbia è più difficile darsi la spinta, considerare il rimbalzo e tante altri particolari che variano rispetto al calcio ad 11.”.

Infatti, va ricordato che durante l’anno Leonardo gioca come portiere nel Ponsacco in serie D. “Questo però è un bel gruppo, sono contento di essere qui. I compagni di squadra si sono mostrati sin da subito simpatici e disponibili ad aiutarmi, e anche il mister mi ha accolto bene. Ora devo solo imparare tutto il regolamento.” Conclude con una risata il portiere classe ’95, un talento scovato grazie alla magistrale opera di scouting svolta durante l’anno dei dirigenti del Livorno Beach Soccer. Perché, se è vero quello che si dice nel calcio, cioè che dentro ognuno di noi può nascondersi un fenomeno, lo stesso si può dire nel caso del Beach Soccer (o di entrambe le discipline, come sta dimostrando Leonardo) e il Livorno Beach Soccer non nega una prova, compresa di amichevole incoraggiamento, a chiunque desideri coronare il proprio sogno, vestendo la maglia amaranto e rappresentando la propria città in uno sport a livello nazionale.

Riproduzione riservata ©