Terzo successo di fila per Jolly Acli

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

Costone Siena – Jolly Acli Essevuteatro Livorno 47 – 50 (8-16, 10-7, 13-10, 16-17)
Livorno: Costa 14, Paoli 8, Grasso 6, Menichincheri, Toti 6, D’Alessio 5, Buccianti 8, Posarelli 3, Mori ne. All. De Leonardis
Siena: Rossini, Bozzi 4, Piroli 2, Dragoni 3, Barbucci 14, Oliva, Guastaferro 10, Nardi 7, Renzoni 3, Gallerini ne, D’Andrea ne, Farinetti ne. All. Petreni

Terzo successo in fila per la Jolly, che sbanca il Pala Orlandi di Siena al termine di una partita non bella ma combattuta fino all’ultimo secondo. E’ proprio sul piano della grinta e della determinazione, più che su quello del gioco, che le giallo nere sono riuscite a spuntarla. In vantaggio da subito per 9 – 0, la Jolly subisce il lento ma inesorabile rientro delle padrone di casa, che a inizio ripresa raggiungono il pareggio. Il tutto con entrambi gli attacchi piuttosto asfittici e molte palle perse da entrambe le squadre. E’ soprattutto Siena a sciupare, vittima probabilmente della minore esperienza: “E’ stata una partita giocata anche sui nervi – ci ha detto la De Leonardis – dove l’esperienza era molto importante; ne ha fatto le spese la giovanissima Mori che ho ritenuto di non impiegare nonostante fosse stata fondamentale nella vittoria a Lucca”. Nel terzo quarto la Jolly fa un altro parziale e Siena fa una seconda rimonta, coronata dal successo proprio a pochi secondi dalla fine. Il fallo disperato su Buccianti però è sfruttato bene dall’esperta guardia livornese che mette entrambi i liberi e manda i titoli di coda. Le difese, per quasi tutta la partita schierate a uomo dai tecnici, hanno avuto gioco piuttosto facile viste le incertezze degli attacchi: “Sembrava addirittura la ripetizione della prestazione di Prato – ha proseguito l’allenatrice della Jolly – con le stesse azioni lente, statiche e farraginose ma soprattutto con gli stessi sguardi bassi. Di squadra, però, è venuta fuori una buona reazione, di questo sono soddisfatta”. Tutte le giocatrici hanno dato il proprio contributo alla causa, dalla convalescente Menichincheri a Paoli, finalmente continua al tiro, a Posarelli, D’Alessio – ottima in difesa – e Grasso, che con la sua classe è quella che trascina la squadra nei momenti delicati. Senza dimenticare i canestri importanti di Toti e l’ordine dato da Buccianti. La compagine senese, dall’organico molto giovane, punta molto sulla velocità e questo era l’aspetto più temuto dalla Jolly, in difficoltà per tutto il campionato sul lato fisico: “A dirla tutta – ha concluso il coach – avevo messo in conto di poter perdere proprio a causa del ritmo forsennato che in genere impone Siena (reduce da sei vittorie in fila) ma fortunatamente la partita si è messa su altri binari e l’abbiamo spuntata; sono contenta anche del fatto che vedo migliorare, di partita in partita, anche le giocatrici che hanno meno esperienza. E’ un buon auspicio per l’anno prossimo”.
In classifica la Jolly non fa passi avanti perché Viareggio, Firenze, Spezia e Lucca vincono tutte e quattro, Spezia e Lucca addirittura dilagando. La matematica lascia ancora uno spiraglio per i playoff, la logica invece no, da parecchio, anche se la squadra ha avuto un miglioramento nell’ultimo mese. Le ultime due giornate per la Jolly saranno durissime, contro le migliori squadre del campionato: sabato alle 21 arriva al Pala Cosmelli la corazzata Viareggio mentre la settimana successiva ci sarà la trasferta a Spezia. Non avendo niente da perdere, ha detto il presidente Paoli, non costerà niente provarci.
Classifica: PALL. FEMMINILE VIAREGGIO A.D. 32, A.DIL. FLORENCE BASKET 32, A.S.D. SOC CESTISTICA SPEZZINA 28, FISIO 2005 LE MURA 28, G.S. JOLLY ACLI BASKET A.S.D. 24, A.DIL. PALL.FEMM.COSTONE SIENA 20, GMV MEET A.S.D. 18, POLISPORTIVA SIECI ASD 16, A.D.BASKET FEMMINILE PONTEDERA 16, POL. DIL. A.GALLI BASKET 8, A.S.DIL. PALL. FEMM. PRATO 8, A.S.DIL. BK MASSA E COZZILE 6. Galli e Massa una partita in meno, Viareggio due partite in meno.

Riproduzione riservata ©