Le promozioni degli arbitri del Gap di Livorno

Mediagallery

di Eva Bernini

Quando ti avvicini al basket per la prima volta, da bambino, ti immagini a vestire la maglia di una società prestigiosa, a segnare il canestro decisivo, con la folla esultante che grida il tuo nome. Passano gli anni, sei sempre sul parquet, ma indossi una maglia grigia, fischietto al collo, hai spesso la palla in mano ma non sarai tu a insaccare la tripla vincente. Tu, di quella palla arancione, di quel gioco, sarai il fiero custode. Nella pallacanestro capita spesso il  trapasso da giocatore ad arbitro, e le soddisfazioni non ottenute con la canotta da gioco si tramutano talvolta in quelle vissute da “grigi”, culminando con promozioni in categorie importanti.

E’ questo il caso di cinque ragazzi appartenenti al Gruppo Arbitri Pallacanestro “G. Follati” di Livorno, che hanno terminato le rispettive stagioni sportive riuscendo a fare il salto di categoria. Un bel riconoscimento per Davide Cirinei, Giacomo Fabbri, Emanuele Orlandini, Andrea Fabiani e Gabriele Solfanelli. Dopo una stagione lunga ed impegnativa, per i primi tre si tratterà ora di cimentarsi con il campionato nazionale di serie B, mentre ad attendere Fabiani e Solfanelli c’è il campionato nazionale di serie C.

Davide Cirinei, classe 1990 di San Vincenzo, inizia a giocare a pallacanestro a 7 anni, militando nelle file del Basket San Vincenzo; a 13 inizia ad arbitrare e due anni dopo è già inserito nella lista degli arbitri di Promozione. Partecipa a molte finali nazionali giovanili (Quartu Sant’Elena, Bolsena e Mosciano Sant’Angelo); nel 2007 viene promosso in serie D e l’anno successivo in serie C regionale. Dal 2010 inizia a la sua avventura in C nazionale, dove quest’anno viene designato anche per le finali di Coppa Italia di categoria a Rimini; la sua brillante stagione si conclude con gara 3 di finale promozione Lissone-Crema. E’ il secondo sanvincenzino che avanza nei campionati nazionali dopo Luigi Morante.

Giacomo Fabbri, 27 anni, cecinese, si avvicina all’arbitraggio nel 2003, nel 2008 è in serie D e due anni dopo dirige le gare del campionato di C regionale, in cui è designato anche per partite di Coppa Toscana e gara 2 di finale playoffs. La chiamata per le finali nazionali under 15 a Desio gli vale il passaggio in serie C nazionale, nel 2012. L’anno seguente è convocato per le finali di Coppa Italia tenutesi a Cecina e nell’ultima stagione sportiva arriva ad arbitrare l’ultimo atto della categoria, con gara 2 di finale promozione Catanzaro-Palermo e gara 3 tra Luiss Roma e Stella Azzurra Viterbo. Fabbri continua così a dare lustro al mondo dell’arbitraggio cecinese, sulla scia di Gianni Caroti, Roberto Arzilli e Gianni Chiapperini.

Emanuele Orlandini, classe ’84, inizia a giocare a basket giovanissimo, prima nelle file del Giornalino e poi in quelle della Pallacanestro Don Bosco; nel 2002 decide di mettersi il fischio al collo e si converte alla causa dell’arbitraggio, passando per il campionato di Promozione (1 anno), 3 anni di serie D e due di serie C regionale. Nel 2008, dopo la partecipazione alle finali nazionali under 15 femminili a Porto San Giorgio, diventa arbitro nazionale di serie C, categoria di cui diviene presenza costante ai playoffs. Nell’ultima stagione viene designato fino alla fase conclusiva del campionato, con gara 1 di finale promozione tra Borgosesia e Desio e gara 3 Lissone-Crema, in coppia con il collega Cirinei.

Altro giro, altra corsa e…altra categoria anche per Andrea Fabiani e Gabriele Solfanelli.

Andrea Fabiani, 24 anni di Livorno, nel 2004 viene incoraggiato dal padre e da Dino Seghetti a provare ad arbitrare: si appassiona così tanto che quattro anni dopo è in serie D e nel 2010 viene inserito nelle liste di C regionale, dove dirige sempre gare di playoffs, tra cui si segnala gara 2 di finale Fucecchio-Pescia. Dopo la convocazione per le finali nazionali under 14 di Bormio, nell’ultima stagione si distingue arrivando a fischiare le delicate partite finali, gara 1 di playout Prato-Asciano e gara 2 dei playoffs tra Grosseto e Virtus Siena.

Gabriele Solfanelli, classe ’89, livornese, un passato da giocatore nella squadra  under 21 del Meloria Basket Livorno e a Chiesina Uzzanese in C regionale, inizia ad avvicinarsi al mondo dei fischietti nel 2009 grazie al fratello Leonardo, attualmente arbitro di Legadue. Dopo un anno in Promozione e uno in serie D, approda in C regionale, dove dirige per 3 anni e in cui quest’anno arriva ad arbitrare gara 4 di finale promozione San Miniato-Agliana.

Per concludere, i complimenti vanno anche ai livornesi Tommaso Sgherri e Gianmatteo Sposito, entrambi promossi in serie D regionale. Il Gruppo Arbitri Pallacanestro di Livorno, che vede i suoi massimi esponenti negli arbitri di Serie A Dino Seghetti e Stefano Ursi, continua così ad essere ben presente sui parquet della Toscana e dell’Italia.

Riproduzione riservata ©