Labronica, 5 quintali di vestiti per la Caritas

Mediagallery

Sport e solidarietà: a casa Labronica Basket aiutare il prossimo è un dovere. E i 480 chili di vestiti raccolti alla palestra di via Pera lo dimostrano ancora una volta. Quasi cinque quintali di indumenti caricati sul furgone della società e trasferiti alla sede della Caritas di Livorno, in via delle Cateratte.
“Il bello di questa iniziativa non sta tanto nel gesto, quanto nella volontà espressa proprio dai nostri baby cestisti nel voler tendere la mano a bambini meno fortunati – commenta il presidente giallonero, Maurizio Bianchi – abbiamo esteso la richiesta alle famiglie e in tre mesi circa (da novembre fino alla metà di gennaio, ndr) il risultato è stato incredibile; adesso sarebbe fantastico vedere all’opera anche altre società livornesi, di qualsiasi disciplina: del resto basta veramente poco per aprire un armadio e trovare uno o due capi che non indossiamo più, ma che invece potrebbero riscaldare e proteggere altre anime”. Suor Raffaella, responsabile della Caritas di Livorno, ha accolto la Labronica Basket a braccia aperte: “Non è un bel momento – prosegue – qua a Livorno ci sono diverse famiglie con prole in emergenza abitativa (e così pure in numerose località della provincia, ndr) che hanno bisogno di abiti puliti, pannolini e latte in polvere per neonati; la situazione è drammatica anche in Etiopia dove vado spesso con i volontari; di conseguenza vorrei rivolgere un grande grazie va alla Labronica Basket, al presidente Bianchi e a Michele Filippi, nella speranza di sensibilizzare un po’ tutta la cittadinanza”. E’ bene sottolineare, inoltre, che il club giallo nero non è nuovo a iniziative a scopo benefico: in occasione delle festività natalizie un importante contributo fu devoluto all’Associazione “Il Porto dei Piccoli” Onlus che opera soprattutto all’ospedale Gaslini di Genova.

Riproduzione riservata ©