Jolly Acli, successo prezioso contro Ghezzano

di Gabriele Pritoni

Jolly Acli Essevuteatro – Meet Ghezzano   58 – 54

Jolly: Costa 11, Paoli, Posarelli 4, Menichincheri 2, D’Alessio 8, Mori, Buccianti 8, Pierini, Grasso 22, Toti 3. All. Mori

Meet: Silvi 2, Giglio Tos 27, Benedettini , Ricci 2, Luciani 14, Ferri, Ceccanti, Conti 1, Mbeng 6, Franceschini 2. All. Piazza

Dopo la prima vittoria in trasferta della settimana scorsa, a Massa (per 43 – 58), la Jolly si impone anche in casa contro la ben più impegnativa Meet di Ghezzano. Contro Massa la difesa aveva fatto vedere importanti passi avanti ma le avversarie, fanalino di coda del campionato con ancora zero punti, non erano state un test sufficientemente impegnativo: la prova del nove aspettava le giallo nere tra le mura del Palacosmelli.

Davanti a un pubblico abbastanza folto ed equilibrato come tifoseria, data la poca distanza con Ghezzano, gli allenatori schierano entrambi la difesa a uomo per tutta la partita. La Jolly inizia male, però, proprio sotto il proprio tabellone, rientrando lentamente dopo due tiri sbagliati e subendo altrettanti contropiedi; in attacco non va molto meglio, con quattro palle perse anche se una, a onor del vero, è dovuta a una clamorosa cantonata dell’arbitro. La Meet mette in luce un atletismo fuori dal comune ma non riesce ad approfittare pienamente dello sbandamento iniziale delle livornesi, che a metà primo quarto iniziano finalmente a stringere le maglie difensive e rientrano fino al 13 pari a 2’10” dalla prima sirena grazie a due bombe di D’Alessio: la Meet però reagisce con un 5-0 di parziale ed è solo grazie al primo lampo di classe di una Grasso fino a quel momento sorniona – meraviglioso il suo giro e tiro dalla media nonostante il raddoppio di marcatura – che si chiude sul 15 – 18.

Jolly acli 2015 (8)

Mori nella prima pausa breve striglia le sue ragazze, cercando di far leva soprattutto sulla regista Buccianti, anima del gioco. Proprio la “Buccia” prova a prendersi la squadra sulle spalle ma sbaglia 3 tiri in fila (1 su 7 nel quarto per lei, 3 su 12 dal campo e 2 su 6 da tre in totale) ed è allora Toti che si mette in luce con una rubata: Grasso segna con continuità (mette 8 dei suoi 22 nel quarto) e dà spettacolo con una “danza” sulla linea di fondo degna di Olajuwon ma è la difesa che, a parte alcune amnesie che mandano in bestia coach Mori, costringe la Meet a calare le percentuali (4 su 10 dal campo dopo gli 8 su 14 del primo quarto) e a sudarsi i punti dalla linea della carità. Costa è in difficoltà nell’1 contro 1 contro le guardie rapide di Ghezzano ma si rifà in attacco con una buona presenza (11 punti alla fine per lei). Il parziale del quarto è di 19 – 11 e si va quindi al riposo sul 34 – 29.

Nel terzo quarto la Jolly sembra perdersi di nuovo in difesa, subendo ben 7 rimbalzi offensivi, ma è graziata dalla scarsa vena al tiro della Meet che con 5 su 16 dal campo (2 su 8 per Luciani, normalmente molto precisa) non sfrutta gli errori delle avversarie. Da segnalare un impressionante cross over della Giglio Tos – in veste Chris Paul – che però non riesce a concludere; più tardi, innervosita dalla difesa attenta della più esperta Buccianti, subirà anche un tecnico. Si arriva all’ultima pausa su 44 – 40 e nel quarto decisivo entrambe le squadre sentono forte la tensione: numerose sono infatti le infrazioni di 24″ perché il pallone pesa e nessuno se la sente di tirare. Come succede in questi casi, sono le star a prendersi le responsabilità e, come ci dirà coach Mori nell’intervista del dopo partita “La Grasso ce l’abbiamo solo noi”: l’esperta centro napoletano infila altri 8 punti e con l’aiuto dell’ottima Posarelli (2 su 3 per lei nel quarto), cui manca forse solo un po’ di grinta in difesa, mantiene a distanza la Meet. A proposito di star, sono proprio le due point guard di Ghezzano a fallire: Giglio Tos e Luciani, nonostante insieme totalizzino 41 punti, chiudono con un 5 su 12 nel quarto che non consente la rimonta. Fatale un errore proprio di Luciani, che a pochi secondi dal termine fallisce un comodo lay up.

Jolly acli 2015 (2)

“Da quanto sono soddisfatto sono addirittura confuso – è il commento di Luca Mori nel dopo partita – è stata una grande battaglia vinta contro un avversario validissimo; sul piano atletico ci è superiore ma noi abbiamo stretto i denti e abbiamo vinto meritatamente. La difesa inizia a girare anche se non con la necessaria continuità, continueremo a lavorarci”.

Prossima sfida sabato prossimo alle 19.  in casa contro Lucca.

Classifica: PALL. FEMMINILE VIAREGGIO A.D. 12, A.DIL. FLORENCE BASKET 10, GMV MEET A.S.D. 8, A.D.BASKET FEMMINILE PONTEDERA 8, G.S. JOLLY ACLI BASKET A.S.D. 8, FISIO 2005 LE MURA 8, POL. DIL. A.GALLI BASKET 4, A.S.DIL. PALL. FEMM. PRATO 4, A.DIL. PALL.FEMM.COSTONE SIENA 4, A.S.D. SOC CESTISTICA SPEZZINA 2, POLISPORTIVA SIECI ASD 2, A.S.DIL. BK MASSA E COZZILE 0 (Sieci e Spezia una partita in meno).

Riproduzione riservata ©