Jolly Acli, che bello stare lassù in alto

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

A metà del girone di andata la classifica del campionato è piuttosto polarizzata: cinque squadre sono al comando quasi a pari merito mentre le altre sei hanno incontrato grandi difficoltà e, a oggi, sembrerebbero avere il destino già segnato. La Jolly, che ha aperto con una striscia di quattro vittorie contro Prato, Ghezzano, Siena e Sieci, appartiene al primo gruppo; le giallonere hanno poi ceduto a Massa nella quinta giornata prima di tornare al successo nel derby contro la neo promossa Pielle, l’altra squadra cittadina che invece è fanalino di coda della classifica ancora a zero punti. La sconfitta di Massa, maturata nel primo tempo, è stata dovuta principalmente all’assenza di Grasso, l’unica in grado di contrastare il centro avversario Balleggi che ha giocato 40 minuti e ha dominato sotto i tabelloni. Il centro napoletano sta lottando quest’anno con i postumi di un fastidioso infortunio al ginocchio e nella società c’è un po’ di apprensione perché lo scorso anno furono proprio gli infortuni – di Grasso, Buccianti e Menichincheri – a tagliare fuori la squadra dalla lotta di vertice.

Con la Grasso a mezzo servizio la responsabilità dell’attacco ricade sulle spalle di Buccianti e soprattutto di Costa, giocatrice che ha alzato il proprio livello di gioco, già buono nel campionato passato, e che sta viaggiando a quasi venti punti di media. In generale stanno andando a referto più giocatrici rispetto alla stagione 2014 – 2015, segno che la squadra sta maturando. “Siamo contenti della classifica e del gioco – ci ha detto il presidente Paolo – ma è presto per fare proclami: per il momento affrontiamo le partite una alla volta. Quest’anno mancano forse due squadre fortissime come erano l’anno scorso Viareggio e Spezia ma ce ne sono almeno cinque che possono lottare per le prime posizioni. Tireremo le somme alla fine”. A far compagnia alla Jolly, nei piani alti della classifica, troviamo San Giovanni Valdarno  con la Number 8 e la Galli, Massa e Cozzile con la Nico Basket (nata da una costola de Le Mura di Lucca) e la solita Florence, la squadra che più di tutte ha sfiorato la promozione negli ultimi due anni. Più indietro troviamo Siena, Sieci, Pontedera, Ghezzano, Prato  e la Pielle. In totale le squadre sono undici, una in meno dell’anno scorso, perciò a ogni giornata ce n’è una che riposa. Il prossimo turno, sabato 28 alle 21, vedrà la Jolly impegnata a Pontedera e la Pielle in casa contro Prato, alla palestra del Cecioni, per tentare di smuovere la classifica.

La classifica: G.S. Jolly Acli basket a.s.d. 10, A.s.d. Number 8 san giovanni v 10, Pol. Dil. A.galli basket 10, A.dil. Florence basket 10, Nico basket femminile 8, A.dil. pall.femm. Costone Siena 4, Polisportiva Sieci asd b 4, A.d.basket femminile Pontedera 2, Gmv basket a.dil. 2, A.s.dil. pall. femm. Prato 0, a.s.d. Pielle Livorno b 0. Number 8, Galli, Nico, Sieci, Pontedera e Pielle una partita in meno.

 

Riproduzione riservata ©