I supplementari sorridono ancora alla Cfg Don Bosco

Mediagallery

CUS Torino – CFG Livorno 81 – 85 dts (18-19, 10-18, 24-18, 21-18, 8-12)

CUS Torino: Murta 17, Alberti 2, Sabbadini 10, Pavone 15, Maino 20, Chiotti 5, Fevola 6, Russano, Calzavara, Tuci 6.
All. Arioli

CFG Livorno: Liberati 6, Venucci 20, Lucarelli 11, Artioli 8, Malfatti 23 (8 rimbalzi), Orsini 2, Sollitto 3, Batori, Gigena 12, Thiam.
All. Quilici. Ass. Del Re.

Ancora supplementari e ancora una grandissima vittoria per la CFG Livorno. Se la partita di domenica scorsa contro Piombino non era stata di giovamento per i deboli di cuore, quella appena vinta dalla CFG Livorno contro il CUS Torino ha attentato alle coronarie di ogni spettatore presente al PalaCus. Livorno vince quindi la seconda partita consecutiva (in 4 giorni) all’extratime, segnale importante per una squadra così giovane, ma dotata di un cuore che fa provincia. I ragazzi di coach Quilici sono partiti bene, come è accaduto quasi sempre in questo inizio di stagione, nei primi minuti di gioco, ma Torino ha mostrato subito di non cedere un millimetro e il primo periodo di gioco è terminato con Livorno avanti di una sola lunghezza.
Poi il secondo quarto e Livorno che si affida a Luca Malfatti: il pivot livornese si era già messo in luce lo scorso campionato come un ottimo giocatore d’area capace di colpire con altissima precisione dalla media distanza. Quest’anno, complice l’assenza momentanea di Edo Persico e il conseguente aumento di minutaggio Luca sta mostrando di poter essere un giocatore chiave per la sua squadra. Ed è lui, appunto, a trascinare i suoi segnando ben 15 punti nei soli primi 2 quarti. Livorno va al riposo lungo con una dote di 9 punti ed il controllo dell’inerzia della partita.
Ma al ritorno dagli spogliatoi, i torinesi piazzano un parziale di 9 a 2 che rimette il match in equilibrio. Entrambe le compagini però commettono molti errori e nessuna delle due riesce ad approfittarne. Comincia l’ultima frazione con Livorno che allunga senza mai riuscire a lasciarsi alle spalle il CUS. A poco più di 2 minuti dal termine della gara la CFG è avanti di 6 lunghezze, ma complici un paio di errori sanguinosi dei labronici, Torino riesce ad impattare la gara, avendo anche la possibilità di vincere con un tiro allo scadere di Chiotti che però si spegne sul ferro.
Il supplementare è un sali e scendi di emozioni e comincia con una trripla di Liberati che manda subito avanti la CFG. Torino appare stanca e si trova ad inseguire Venucci e compagni che tuttavia, ancora una volta, a scrollarsi definitivamente i bianco blu. Ma il cuore dei livornesi non ha limiti e Malfatti segna due canestri decisivi. Al resto ci pensano Gigena e Venucci che dalla lunetta riescono a mantenere il vantaggio fino alla fine. Una vittoria sofferta e per questo ancora più bella e importante, frutto, al di là della grande prestazione di Malaftti, di un gruppo che sembra davvero deciso ad impressionare in questo campionato. Tutti hanno saputo contribuire, da Lucarelli a Liberati, da Sollitto a Thiam, da Orsini ad Artioli abile nel segnare un importantissimo canestro nel supplementare fino al giovane Batori che ha sostenuto dalla panchina dal primo all’ultimo secondo i propri compagni. Una bella vittoria che rimarrà nella storia di questo campionato della CFG Livorno che continua a vincere.

 

Riproduzione riservata ©