Esordio amaro per la Cfg Don Bosco

Mediagallery

Meridien Monsummano – CFG Livorno 66-54 (14-17, 27-27, 45-44)

CFG Livorno: Liberati 11, Orsini 6, Sollitto, Venucci 10, Batori ne, Lucarelli 7, Gigena 6, Artioli 3, Malfatti 8, Thiam 3. All. Quilici.

La previsione che il PalaMerdien fosse tra i campi più ostici del girone ha avuto conferma per la Cfg Livorno. Pur non mollando mai i ragazzi di coach Quilici si sono dovuti arrendere all’energia della Merdien Monsummano di Matteo Martini, prodotto del vivaio Don Bosco e assoluto mattatore della gara. Una gara che è iniziata con il piede giusto per i labronici che si sono portati avanti nel primo quarto trascinati da Davide Liberati e dalla consueta difesa aggressiva mostrata in pre-stagione. La prima frazione si chiudeva infatti 17 a 14 a favore della CFG. Anche nel secondo periodo Livorno conduce il match, senza tuttavia mai prendere in controllo l’inerzia della partita, mentre la Merdien entra in ritmo soprattutto in fase offensiva. E, infatti, nel terzo quarto coach Fantozzi e i suoi, dopo aver chiuso in parità (27-27) all’intervallo lungo, allungano le mani sulla gara grazie a Martini che segna a ripetizione canestri importanti. Livorno subisce l’assenza del suo totem Persico: sotto le plance l’incredibile energia del giovanissimo Iba Thiam spesso non basta e Verri mette a segno tanti canestri importanti.
Nell’ultimo quarto poi è l’energia dei padroni di casa a fare la differenza che permette a Tempestini e compagni di allungare sui livornesi. A questi ultimi manca il consueto apporto di capitan Mario Gigena in serata no al tiro. Finisce con un più 12 per Monsummano che segna due triple negli ultimi secondi della gara. Per Livorno è già tempo di pensare alla prossima gara, un altro derby, contro Piombino.

Riproduzione riservata ©