Don Bosco, arriva Persico

Mediagallery

Come avevamo anticipato la Pallacanestro Don Bosco Livorno sarà caratterizzata dalla gioventù e dalla livornesità. Ecco quindi Edoardo Persico, il nuovo totem del Don Bosco, giovane e labronico al 100%. Edoardo, classe 1987, ha giocato le ultime due stagioni al CUS Torino, l’ultima delle quali davvero impressionante per numeri e leadership: “Sono cresciuto nelle giovanili della PL che ho lasciato per Biella all’età di 16 anni. Ma ho sempre conservato dentro di me il desiderio di tornare, un giorno, a casa” racconta Persico. “A Biella ho avuto la possibilità di crescere come persona e come giocatore, toccando anche il parquet della massima serie”.
Poi, altre piazze, alcune delle quali molto prestigiose come Venezia e Roseto. Fino agli ultimi due campionati in quel di Torino, dove Edo si è affermato come uno dei migliori pivot dell’intera Serie B. Quindi il ritorno a casa: “Sono assolutamente estasiato all’idea di giocare per la mia città! Non nascondo che osservavo con un pizzico d’invidia alcune dei miei colleghi che erano riusciti a tornare a giocare per la propria città. E’ stata una scelta che ho fortemente voluto. L’emozioni di giocare al PalaMacchia rappresentando la mia città in un campionato come quello della Serie B sarà tantissima.”

Persico si aggiunge ad un roster ancora in via di definizione che vedrà sicuramente la presenza di capitan Mario Gigena assieme a tanti giovani: “Conosco Mario dai tempi di Fabriano e so che tipo di giocatore sia e quanto abbia da insegnare ai ragazzi più giovani. Saremo una formazione energica e battagliera come da tradizione livornese “.  Continua Edoardo: “E mi auguro anche di poter risvegliare definitivamente l’entusiasmo che c’è per il basket a Livorno, dove si continua a parlare di palla a spicchi anche senza una formazione in serie A. Sono davvero molto orgoglioso di far parte di quest’avventura!”

Riproduzione riservata ©