De Leonardis: “Cresciamo partendo dai giovani”

Mediagallery

Cestistica Spezzina – Jolly Acli Essevuteatro Livorno 77 – 45 (12 – 7, 26 – 12, 16 – 16, 23 – 10)

Livorno: Costa 16, Paoli 3, Posarelli 2, D’Alessio 11, Mori 2, Grasso 9, Toti 2, Carta Cam. ne, Carta Car. Ne, Menichincheri ne. All. De Leonardis
Spezia: Alesiani 16, Aldrighetti 2, Corradino 5, Evans 15, Corgei 20, Ardoino 1, Linguaglossa 4, Manfrè 14, Spina ne, Venturini ne. All. Corsolini

La Jolly si presenta a Spezia scarica di energie e con una panchina troppo corta per impensierire le fortissime padrone di casa. Senza più niente da chiedere al campionato, le giallo nere affrontano invece una squadra che si gioca l’accesso ai playoff e dunque motivatissima alla vittoria. Il risultato è una dura lezione per le livornesi, sul piano tecnico e fisico, che porta a un divario finale di ben 28 punti. Dopo i primi minuti con entrambi i canestri stregati, Spezia trova il ritmo e chiude il primo quarto davanti con la Jolly più o meno a contatto. La seconda frazione di gioco, però, è già quella decisiva: Spezia dilaga e trasforma l’intero secondo tempo in quello che gli americani chiamano “trash time”. Poco significa il terzo quarto chiuso in parità (16 – 16), i buoi sono ampiamente scappati.
“Al di là delle motivazioni, che nel basket sono tutto – ci ha detto la coach De Leonardis – siamo arrivate a Spezia troppo acciaccate per essere competitive; loro tra l’altro sono una squadra che a mio parere è già ampiamente attrezzata per la A2, migliore anche di Viareggio. Noi, tra infortuni e stanchezza, abbiamo potuto poco sia con la difesa a uomo che con quella a zona”.
Spezia raggiunge dunque i playoff, come Viareggio e Firenze, a scapito di Lucca, l’altra squadra ancora in lizza che perde miseramente a Siena. Per la retrocessione i giochi sono fatti dal turno scorso: sarà la sola Massa e Cozzile, il prossimo anno, a giocare in serie C. Per tutte le altre, Jolly compresa, è già tempo di pianificare la prossima stagione di B. A questo proposito, e anche per commentare la stagione appena passata, abbiamo rivolto qualche domanda all’allenatrice livornese.
Donatella, che bilancio fai della stagione della Jolly?
“Per come eravamo partiti, per la scommessa che è stata giocare questo campionato con una squadra messa su all’ultimo sono contenta; alla fine abbiamo mancato i playoff di un soffio, è un ottimo risultato. Il campionato di quest’anno peraltro era molto più tecnico e difficile di quello scorso, dove le squadre di valore erano meno numerose”.

Come è andata la tua avventura da capo allenatrice?
“E’ stata un’esperienza non prevista ma piena e emozionante; dopo l’ottimo lavoro di Luca Mori abbiamo raccolto buoni risultati e ho stretto un bel rapporto con le ragazze, soprattutto con le giovani e le under 19. E’ la cosa più preziosa che porto con me alla fine di questo campionato”.

Hai dei ringraziamenti particolari da fare per questi risultati?
“Abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra, non vorrei fare torto a nessuno ringraziando qualcuno in particolare; devo però dire che il cast di contorno alle nostre stelle (Grasso, Buccianti e Costa) è stato eccezionale. Giocatrici come Menichincheri, D’Alessio, Paoli, Toti, Posarelli e le under 19 saltuariamente convocate sono state fondamentali, sempre pronte e presenti. E’ su loro che vorrei ricostruire”.

Credi che il prossimo anno sarà mantenuto il nucleo della squadra? Ci sono già dei progetti per la prossima stagione?
“Credo che il nucleo sarà mantenuto, ci sono le condizioni perché accada e lavoreremo per questo; non so se Grasso avrà la possibilità e la voglia di impegnarsi per un’altra stagione, sarebbe bello ma bisogna chiedere a lei, non si è ancora espressa. La società ha intenzione di crescere ripartendo dalle giovanili per arrivare nel giro di qualche anno a una prima squadra formata da un solido gruppo di atlete di casa con qualche inserimento esterno di valore; negli anni scorsi questo aspetto è stato trascurato e vogliamo porre rimedio”.

Nel frattempo cercherete di fare comunque una squadra competitiva? Con quali obiettivi? Sarai tu l’allenatrice il prossimo anno?
“Cercheremo comunque di migliorarci, il che, vista la classifica finale di quest’anno, vuol dire puntare ai playoff. Più importante ancora sarà però irrobustire la società sotto tutti i punti di vista mentre per quanto riguarda il mio ruolo non posso risponderti, con il presidente non abbiamo ancora deciso”.

Dal tono dell’allenatrice si capisce che mantenere il ruolo le piacerebbe, non resta che aspettare la fine dell’estate per verificare con quale aspetto la Jolly si presenterà al via della prossima stagione.

Classifica finale: Pall. Femminile Viareggio A.D. 38, A.Dil. Florence Basket 34, A.S.D. Soc Cestistica Spezzina 32, Fisio 2005 Le Mura 30, G.S. Jolly Acli Basket A.S.D. 26, A.Dil. Pall.Femm.Costone Siena 22, Polisportiva Sieci ASD 18, Gmv Meet A.S.D. 18, A.D.Basket Femminile Pontedera 18, pol. Dil. A.Galli Basket 10, A.S.Dil. Pall. Femm. Prato 10, a.s.dil. Bk Massa e Cozzile 8.

Riproduzione riservata ©