Cfg incerottata, Piacenza ha vita facile

Mediagallery

La dea bendata ha complicato la vita di coach Quilici e della sua CFG Livorno non poco quest’anno. E in occasione del match contro la Bakery Piacenza seconda in classifica, non è stata da meno: nel giorno del rientro di Jacopo Lucarelli, Leonardo Mariani ha contratto una febbre alta che lo ha costretto ai box, la stessa sorte di Artioli che non è potuto scendere in campo a causa di un infortuno al gomito rimediato venerdì in allenamento. Come se non bastasse anche Perin ha accusato un forte stato febbrile e la sua prestazione ne ha risentito. Insomma, se già sarebbe stato difficile superare Piacenza per una Livorno al completo, figuramoci senza due elementi tanto importanti come capitan Mariani e Artioli oltre ad un Perin a mezzo servizio. E così è stato. Piacenza ha accumulato un grande vantaggio già nel primo quarto, chiuso a + 15 con Ravazzani e compagni capaci di segnare solo 4 punti in tutto il periodo di gioco. Una mini reazione, propiziata da Giampaoli, arriva, per la CFG, solo sul finire della seconda frazione. Ma è un fuoco di paglia: Piacenza chiude definitivamente i conti nel terzo quarto grazie ad un impressionante parziale di 28-5 che non lascia speranze ai padroni di casa. La Bakery ha mostrato un gioco offensivo ed una tenacia difensiva davvero da squadra degna di una categoria superiore e una Livorno così in emergenza nulla ha potuto, nonostante il rientro di Lucarelli che ha giocato con grande voglia e aggressività.

CFG Livorno – Bakery Piacenza 38-77 (4-19, 16-19, 5-28, 13-11)
CFG Livorno: Giampaoli 11, Banchi, Lucarelli 12, Ravazzani 4, Thiam 2, Perin, Creati F. 7, Bruno 2, Soriani, Artioli. All. Quilici
Bakery Piacenza: Soragna 6, Gasparin 7, Infante 6, Dordei 19, Magrini 10, Sanguinetti 8, Samoggia 10, Meschino 2, Cuccarese 2, Fin 7. All. Bizzozi

Riproduzione riservata ©