Cfg ci prova ma Forli è di un’altra categoria

Mediagallery

Unieuro Forlì – CFG Livorno 72-62 (23-15, 12-12, 16-8, 21-27)
Unieuro Forlì: Rotondo 8, Vico 10, Ferri 11, Pederzini 4, Pignatti 10, Rombaldoni 8, Arrigoni 15, Bonacini 2, Maggio 1, Marsili 3. All. Garelli
CFG Livorno: Perin 20, Giampaoli 10, Lucarelli 15, Artioli 2, Ravazzani 6, Creati F., Bruno 2, Banchi, Mariani, Soriani, Thiam 7. All. Quilici.

In sede di presentazione avevamo definito come una missione quasi impossibile per la CFG Livorno vincere sul campo della Unieuro Forlì. E così è stato. La CFG, come sempre, ha lottato fino all’ultimo secondo del match, sospinta da una grande Perin, ma la superiorità di Forlì, vincitrice della Coppa Italia, si è palesata in tutto e per tutto e per i labronici non ci sono state possibilità di vittoria. Così commenta a fine gara coach Quilici:
“Volevamo una prestazione di energia e carattere e siamo stati bravi a mettere il giusto piglio fin da subito contro una formazione sicuramente di livello superiore al nostro. Ci condanna il parziale preso a metà del terzo quarto, ma siamo stati bravi a rialzarci e a tenere uno spiraglio sul match quasi fino alla fine. Vincere sicuramente avrebbe aiutato la classifica, ma bisogna essere realisti e ammettere che Forlì in questo momento è di un livello superiore a noi. Serve adesso dare continuità di prestazione e chiudere al meglio la stagione regolare contro Torino, per dimostrare che la partita di Faenza è stato un episodio e per mettere benzina nel motore di in vista delle sfide contro Bottegone”.
La CFG Livorno affronterà infatti il CUS Torino sabato prossimo alle 21 fra le mura amiche e vincere sarà fondamentale soprattutto per guadagnare energia e morale in vista dei playout che sanciranno o meno la permanenza di Livorno nel campionato di Serie B. E non è poco.

Riproduzione riservata ©