Picchiottino vince in Repubblica Ceca. Livornesi ok nella Coppa Toscana Ragazzi

di Gabriele Pritoni

Prima giornata della Coppa Toscana Ragazzi al Martelli di Livorno, a inaugurare anche per questa categoria l’intensa stagione estiva outdoor. In una cornice meteo e di pubblico di tutto rispetto, si sono fronteggiate sabato scorso le province di Livorno, Grosseto e Massa. I Ragazzi amaranto e le Ragazze bianco verdi, chiamati a confermare gli splendidi risultati della scorsa stagione, non hanno deluso le aspettative portando al primo posto le società livornesi nelle categorie di appartenenza. Come lo scorso anno le giornate di gare sono organizzate su tre discipline: 1000m, lungo e vortex per i Ragazzi, 60h, alto e peso per le Ragazze.
Nei 1000m la Libertas conquista oro e argento con Samuele Froglia e Sergio Palumbo (3:09.0 e 3:11.4 i loro ottimi crono) e piazza Marco Pini ai piedi del podio con 3:24.4. Altro podio amaranto nel lungo, con Federico Cavallini terzo con 4,35m; Palumbo è sesto con 4,15m e sono quattro, in totale, i Ragazzi della Libertas nei primi dieci. Nessun livornese invece sul podio del vortex, dove Leonardo Nannipieri (LR) è quarto e Andrea Giovannetti (LR) quinto: 41,87m e 40,69m le loro misure.
Nei 60h femmili oro per la Libertas con Lisa Dotti (10.2) ma resto del podio in bianco verde: seconda e terza sono infatti Emma Porciatti e Ludovica Raiola (10.3 e 10.9). Nell’altro è ancora Lisa Dotti a primeggiare con 1,37m , 12cm più del bronzo di Rocio Alejandra Gigena (AL). Quarte a parimerito con 1,25m Aurora Bardi e Ludovica Raiola (AL). Nel peso oro e bronzo per l’Atletica Livorno: vince Emma Porciatti con un notevolissimo 11,45m propiziato da una tecnica sopraffina mentre terza è Ludovica Raiola (8,38m).

15607_1488533724733379_5106935108187240546_n

A contorno del triathlon si sono corse le staffette 4×100 ragazzi, con gli atleti stanchi per le gare sostenute ma comunque entusiasti di partecipare: tra i maschi l’Atletica Livorno è quarta con Menichetti, Giovannetti, Colombo e Di Giorgio mentre tra le Ragazze è oro con Bianchini, Bianchi, Porciatti e Raiola (56.8) due decimi avanti al team amaranto formato da Picciau, Palaschi, Dotti, Parisi.
La classifica del triathlon vede il bronzo di Sergio Palumbo (LR) tra i maschi e il successo di Emma Porciatti (AL) davanti a Lisa Dotti (LR) e Ludovica Raiola (AL) tra le Ragazze. Per la classifica a squadre, come da pronostico la Libertas domina tra i maschi e l’Atletica Livorno tra le femmine.

S

Sempre a contorno si sono corsi i 50m Esordienti, categoria nella quale il giovane Giacomo Giovinazzo si sta facendo valere settimana dopo settimana a suon di personali. Stavolta ha chiuso in 8.0 netti, mezzo secondo avanti alla medaglia d’argento e un decimo sotto il tempo registrato nel marzo scorso. A quest’età è ancora preponderante il divertimento rispetto alla prestazione ma dal cronometro escono comunque buone notizie.
Non finisce di stupire Gianluca Picchiottino, che torna da Poderbrady (Rep. Ceca) con in tasca il secondo posto individuale tra gli italiani e il primo a squadre tra gli Juniores. Questa vittoria in maglia azzurra appare come una naturale conseguenza della stagione strepitosa del marciatore in forza alla Libertas: dopo la soddisfazione della convocazione arriva quella della medaglia e il giovane atleta non accenna a fermarsi.

S

Domenica, a Lucca, si sono invece fronteggiati i Cadetti, alla seconda tappa dei Campionati di Società. Nei 300m piani oro per Alessandro Niola (LR) con 40.1, nei 100h argento per Michele Del Corona (AL) in 15 secondi netti davanti ancora a Niola (LR) con 16.4. Nell’alto è Federico Andreani a andare a podio: sua la medaglia d’argento con 1,58m. Altra medaglia bianco verde arriva dal triplo dove Jacopo Quarratesi è bronzo con 9.8. Nei 300 piani sale sul podio Silvia Dini (AL) che chiude in 44.2 al secondo posto mentre vale un bronzo il 3:27.1 di Martina Lelli nei 1000m. Negli 80h secondo e terzo posto, con quest’ultimo in comproprietà con Pistoia causa parimerito, per Valentina Arcamoni e Francesca Rocchiccioli dell’Atletica Livorno (13.0 e 13.1 i crono).

11156148_10202345081027094_5132243041913225059_n

Nell’alto ritroviamo Sofia Carta (AL) nello stesso posto in cui l’avevamo lasciata: sul gradino più alto del podio. Suo l’oro con 1,53m, appena 2cm sopra l’argento di Melissa Becherini (AL). Oro a parte, sfilata di atlete bianco verdi nel salto in lungo: seconda, terza, quarta e sesta sono nell’ordine Silvia Dini (5.00), Marta Giaele Giovannini (4,94), Emma Susini (4,74) e Valentina Arcamoni (4,58). Emma Susini non si lascia sfuggire il podio nel peso, dove è bronzo con 8,63m, un solo centimetro davanti alla compagna di squadra Sara Hampton. La Hampton si rifà nel martello, dove conquista un argento scagliando l’attrezzo a 26,80m. Decisamente più avanti va Ilaria Sangiacomo (AL) che chiude con 34,51m e porta a casa l’oro.

 

 

Riproduzione riservata ©