Picchiottino faccia di bronzo in Francia

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

L’ippodromo Caprilli, agli onori delle cronache lo scorso anno per il rischio chiusura, ha vissuto domenica una giornata inconsueta, trasformandosi in circuito di atletica per la quarta prova del Campionato Toscano di Cross Assoluti e la seconda e ultima giornata delle prove regionali del settore Promozionale. Decine gli atleti che si sono sfidati nella campestre sotto l’impeccabile organizzazione dell’Atletica Livorno, rovinata purtroppo da un problema informatico della Sigma (la società che si occupa di registrare i risultati) che ha obbligato i più giovani a una lunga attesa prima di poter essere premiati. Si è corso immediatamente all’interno della pista da galoppo, con il tracciato costituito quindi da due rettilinei e due curvoni; la mancanza di riferimenti, con le lunghissime curve di cui non si vedeva la fine, ha tratto in inganno i più inesperti, che talvolta sono partiti in anticipo con lo sprint per poi crollare prima del traguardo.

Nella 5km assoluti femminile ottavo posto (secondo tra le Promesse) per Valentina Spagnoli (AL) in 20:17 e decimo (prima Juniores) per Giulia Morelli (AL) in 20:53, a conferma che anche per questa stagione sarà tra le protagoniste. Bell’argento per Luca Lemmi nella 6km assoluti maschile in 20:34 e bene anche Lorenzo Bottazzoli e Antonio Zapparata, 11esimo e 12esimo in 21:29 e 21:34. Più indietro, tra il 17esimo e il 27esimo posto, Francesco Balestrini, Valerio Cecconi, Manuel Lucioli e Lapo Bardi, tutti in bianco verde.

Nella 1,5km Ragazze 11esimo posto per Alice Spagnoli (LR) in 5:54, più attardate le compagne Lisa Dotti (23esima in 6:12) e Arianna Falaschi (29esima in 6:16). Amaranto ancora dominante, come di consueto, nella categoria Ragazzi, con Samuele Froglia, Alessio Bellini e Sergio Palumbo sesto, settimo e ottavo praticamente a pari merito (5:15, 5:15 e 5:16 i loro crono). La Libertas Runners ha un movimento nelle classi 2002 e 2003 davvero interessante, speriamo che la società sia capace di portare avanti nelle categorie più adulte la maggior parte degli atleti. Una sola Cadetta nella 2km: si tratta di Rahel Ercolini (LR), 31esima in 10 minuti netti. Va meglio nella corrispettiva categoria maschile, con Dario Guidi e Andrea Mattera (AL) nono e undicesimo in 9:22 e 9:31 ma in generale ci sarebbe bisogno di un’iniezione di atleti perché in età da Cadetti la partecipazione livornese è piuttosto sparuta. A livello di squadra – per quanto riguarda il settore Promozionale – ottimi risultati per la Libertas Runners, seconda – considerando anche i risultati di Lucca – sia nella categoria Ragazzi che in quella Ragazze, per la soddisfazione dei giovani atleti e delle allenatrici Marina Lodovici e Dunia Luciani.

La più grande soddisfazione per gli amaranto arriva però da Gianluca Picchiottino, che avevamo lasciato in partenza per il triangolare Italia Francia Germania under 20 di Lione. Gianluca, alla prima convocazione in nazionale, è partito da solo per la lontana trasferta ma se l’è cavata benissimo, senza subire la pressione della maglia azzurra come sarebbe stato naturale. Molto teso fino alla fine del riscaldamento, al momento dello sparo è riuscito, con classe, a resettare la mente, a concentrarsi sulla gara e a sfoderare una prestazione eccezionale. In gruppo fino a metà percorso, allunga e si piazza in zona podio insieme al compagno di squadra Angelini, storico avversario che in genere gli è superiore. A 1km dalla fine l’oro è già in mano al francese Blanchetau, imprendibile, ma per l’argento sembra si parli solo italiano: i due azzurri staccano infatti il tedesco Terp ma mentre si aspetta la volata fratricida Terp rinviene e fa suo il secondo posto, mettendosi dietro di un niente il livornese con Angelini che invece cede. Blanchetau è dunque oro in 20:16.7 davanti a Terp (20:51.83), Picchiottino (20:52.79) e Angelini (20:57.05). Gianluca, oltre ad aver abbassato di oltre 20 secondi il proprio personale, si avvicina al record toscano di categoria di 20:45.03, detenuto dal 1992 da Nicola Casini (soc. Assi) e aumenta ulteriormente le aspettative per questa stagione.

Riproduzione riservata ©