Medaglie e personali in attesa di Rieti

di Gabriele Pritoni

L’appuntamento più importante dello scorso fine settimana era a Sesto Fiorentino, dove sabato e domenica si sono svolti i CDS assoluti. Il meteo, con un caldo asfissiante e un vento nervoso, non ha favorito gli atleti ma sono comunque numerose le buone prestazioni e le madaglie. Tra i maschi, bronzo di Marco Landi nei 200m; il biancoverde chiude con il suo nuovo personale di 21.68 e conferma il suo stato di grazia. Oro, in scioltezza, per Joao Bussotti Neves, che sugli 800m è imprendibile nonostante si mantenga a un paio di secondi dal personale: il suo 1:49.72 basta a mettere quasi 5 secondi tra lui e l’argento. Bel bronzo di Luca Lemmi nei 1500m con 3:54.48 mentre sfuma la medaglia per Fabio Ceresoli (LR) che nell’alto manca per tre volte l’1,91m ampiamente alla sua portata e deve accontentarsi del nono posto.

10421566_10206574693747317_634044982403722413_n

Quarto Carlo Fagioli (LR), atleta di prove multiple, nel salto con l’asta (3,70m). Nel lungo oro e bronzo bianco verdi: a vincere è Tommaso Pistolesi con 6,82m mentre terzo è Manuel Lenzi con 6,69m. Gianmarco Carlà (AL) è argento nel triplo con una misura che non lo soddisfa (13,86m) visto che sperava nell’oro. Si rivede finalmente sul podio Giacomo Grotti (LR), cui basta il primo lancio nel peso a 13,70m per conquistare l’argento. Eric Fantazzini (AL) domina, come spesso gli succede, il lancio del martello, che scaglia a 55,71m; alle sue spalle il compagno Matteo Crivelli con 51,43m. Un’altra medaglia biancoverde, di bronzo, arriva dal giavellotto con Andrea Picchi, che al secondo lancio fa segnare 55,90m. Nella10km di marcia, come da pronostico, spadroneggia Gianluca Picchiottino, che chiude in 46:50.13 rifilando quasi due minuti al secondo classificato.

3_10_06_2015

Passando alle donne, nei 100m Janna Rosario Castillo si conferma la migliore tra le livornesi, chiudendo sesta, e seconda di categoria, in 12.68. Nei 200m, corsi l’indomani, è invece Caterina Bianchini (AL) a prevalere, sebbene aiutata da un vento a favore di 2m/s contro 1m/s (le atlete erano in batterie diverse), chiudendo settima in 25.47. Nei 400m e negli 800m si rivede in classifica Moira Pachetti, una delle atlete di punta degli scorsi anni sulla sponda amaranto, che è dodicesima nel giro della morte e quinta sulla distanza a lei più congeniale (1:01.47 e 2:16.28 i suoi crono). Nei 1500m exploit per l’accoppiata biancoverde formata da Giulia Morelli e Valentina Spagnoli: entrambe abbattono il personale rispettivamente di 2,5s e 5s e chiudendo quinta e ottava ma facendo un altro passo avanti pur sulla distanza non favorita. Nei 5000m, in una gara poco popolata in verità, Enrica Bottoni (AL) è seconda con 21:21.03, a due minuti dall’oro e soli 10s davanti a una master ma non si può non tener conto del caldo opprimente e del fatto che fosse all’esordio sulla distanza.

11407307_10202607420305412_6693522887771001446_n

Bel successo per Diletta D’Apote (LR) nel salto in alto, dove primeggia con 1,60m, e ennesima medaglia d’oro per Ilaria Cariello nell’amato salto in lungo: la bionda biancoverde atterra a 5,90m dalla linea bianca e è anche argento, il giorno prima in verità, nel triplo: i suoi 11,94m non sono un granchè ma più che accettabili con vento contrario; quinta Marta Toigo (LR) con 10,98m ma soprattutto undicesima Sara Biricotti (AL), al rientro dopo sedici mesi causa infortunio, che riprende confidenza con la pista e fa segnare un 10,45m. Quinta, con personale, Pollyana Gurrieri (AL) al giavellotto con 31,01m, sesta e settima nella 5km di marcia Sara Perullo (AL) e Federica Andreani (LR) con 27:15.03 e 27:49.49 rispettivamente. Bronzo, infine, per le staffette amaranto 4x100m e 4x400m: Arianna Lazzeri, Giulia Paladini, Elisa Naldi e Janna Rosario Castillo chiudono in 49.73 la prima, Giulia Gambicorti, Adele Citti, Chiara Montesano e Moira Pachetti finiscono i 4 giri in 4:19.12.  Al “II Trofeo Città di Fidenza”, tre Cadette livornesi hanno contribuito al raggiungimento del sesto posto tra le rappresentative regionali alla Toscana: si tratta di Silvia Dini (AL), Ilaria Sangiacomo (AL) e Sofia Carta (LR), impegnate rispettivamente nel lungo, nel martello da 3kg e nel salto in alto. Silvia Dini è andata a medaglia, di bronzo, con 5,26m che è il suo nuovo personale – sebbene ottenuto con un vento a favore di 1,7m/s, appena sotto al limite dei 2m/s – Ilaria Sangiacomo è arrivata nona con 31,37m (personale di 34,51m) mentre Sofia Carta si è fermata ai piedi del podio pareggiando il suo record di 1,58m. 2_09_06_2015

Chiudiamo con Cento, in provincia di Ferrara, dove si è svolto il campionato nazionale Uisp di atletica leggera. Diversi gli atleti biancoverdi che hanno corso per il G.P. Arcobaleno: in particolare si sono distinti Denis Martiniano, primo nel giavellotto e nel disco, Alessio Mannucci, primo nel peso, e Dennis Nesimoski, oro nel lungo, argento nell’alto e bronzo nei 100m. Nel lungo, argento per Andrea Warin mentre nel disco argento e bronzo vanno a Daniel Bulgac e Mirco Giovanni Colia. Alla fine la squadra si è classificata quarta, un passo indietro rispetto alla vittoria dello scorso anno. Il prossimo appuntamento è a Rieti per i campionati nazionali, dove saranno protagonisti tutti gli atleti che si sono guadagnati i minimi di partecipazione.

Riproduzione riservata ©