Lemmi, ennesimo salto (in alto) nell’oro

Grande prova dell'atleta delle Fiamme Gialle, Lemmi, proveniente dall'Atletica Livorno, all'High Jump Show di Lucca. Bene anche Boccia a Firenze nel salto con l'asta

Mediagallery

Sabato finalmente è giunta l’ora di indossare la maglia azzurra per Alessio Mannucci per il triangolare Italia-Francia-Germania a Caorle. Purtroppo, una forte perturbazione si è fatta sentire con pioggia e vento, inficiando la gara di tutti i discoboli, dato che la pedana è diventata molto scivolosa e difficilmente praticabile. Un po’ per la pioggia ed un po’ per l’emozione, Mannucci è giunto solamente fino a 40,94m. Domenica invece gran festa all’High Jump Show di Lucca. Andrea Lemmi (atleta delle Fiamme Gialle proveniente dall’Atletica Livorno),un 2015 alla grande (Europei indoor di Praga), ha vinto la bella rassegna di salto in alto, valicando i 2,24 m, appena 2 centimetri sotto il suo personale, fatto segnare proprio a Lucca nella stesso medesimo evento. A coronare la giornata intera ci ha pensato l’altro altista, ben più giovane, Filippo Lari (primatista italiano Cadetti e Campione Mondiale Studentesco 2014) che si è portato fino ai 2,12 m, 1 centimetro sotto al personale. Il livornese è alla ricerca di quel minimo per la gara iridata Juniores, fissato a 2,16 m. A Modena, gran prova per i giovani Andrea Rinaldi e Natalia Novi, inseriti nella rappresentativa Toscana. Rinaldi ha reagito dopo un periodo di fermo, raggiungendo i 6,93 m di salto in lungo, mentre Novi ha lanciato il suo martello da 4 kg a 45,54 metri. A Firenze Francesca Boccia si è confermata tra le migliori saltatrici con l’asta della sua categoria, andando a ritoccare il proprio personale, passando i 3,85 metri.

Riproduzione riservata ©