Atletica Livorno, occhi sul settore giovanile

Mediagallery

Dopo un inverno che ha fatto solo da antipasto alla stagione outdoor, finalmente stanno per ripartire le prime gare del settore giovanile dell’Atletica Livorno che, come ogni anno, si confronterà a viso aperto per cercare di conquistare la Coppa Toscana Ragazzi ed il campionato di società cadetti.
Dalle campestri e dalle poche indoor che ormai interessano la sfera ”promozionale” abbiamo potuto vedere delle belle e convincenti prestazioni; unico neo qualche partecipante in meno rispetto agli anni passati.
Da ricordare come, da quest’anno, sia cambiata anche la gestione del settore promozionale della società, soprattutto a livello cadetti, con la divisione dei gruppi a seconda della probabile specialità d’elezione che verrà successivamente affrontata nelle categorie da Allievi in poi. Dopo la riunione tecnica di lunedì, sono stati delineati i criteri per la composizione delle formazioni, in modo da poter contribuire col massimo dei punti all’interno del circuito di Coppa Toscana e Campionati di Società.  Le competizioni prenderanno il via questo sabato 19 marzo proprio nella nostra Livorno con la fase interprovinciale del Cds cadetti. Le gare saranno:
Per i maschi: Lungo – Peso – 80m – Alto – 2000m – Martello – 300hs – 4×100.
Per le femmine: Asta – 80m – Disco – 2000m – 300hs – Giavellotto – Triplo – 4×100.

Per la categoria Ragazzi la stagione inizierà con la trasferta del 2 aprile a Grosseto, dato che Livorno è stata raggruppata insieme a Grosseto e Massa (per questo turno). La Coppa Toscana Ragazzi, ricordiamolo, si compone di un triathlon più una staffetta 4×100.
Per i maschi vi saranno: vortex – Lungo – 1000m.
Per le femmine: 60hs – Alto – Peso.

Dal calendario regionale Fidal, i Cadetti avranno poi le giornate del 9 aprile e del 16 aprile, mentre i Ragazzi andranno direttamente al 17 aprile, giorno in cui, attenzione, vi sarà anche il Quadrangolare di Genova, riservato a tutte le categorie (escluso esordienti) quindi ci sarà da decidere, inoltre, come affrontare l’evento, cercando magari di portare una compagine di settore promozionale anche nel capoluogo ligure.

Riproduzione riservata ©