Sport e solidarietà per ricordare la piccola Sara

Mediagallery

Sabato 20 settembre si è giocato il 22° torneo di calcio a 8 intitolato alla piccola Sara Mazzi, prima bambina di Livorno donatrice di organi. La famiglia Mazzi in tutti questi anni ha voluto ricordare questo atto di amore di Sara in tanti modi tra i quali anche un torneo di calcio.
Quattro le squadre iscritte tre delle quali di famiglie che hanno perso i loro bambini, la famiglia Mazzi, la famiglia Bartoli, la famiglia Bassano e in fine la squadra della Parrocchia SS. Pietro e Paolo dove è Parroco P. Gabriele. Sport, memoria e solidarietà (il ricavato andrà all’ospedale pediatrico di Betlemme) si sono incontrati per una giornata speciale. Tutti hanno vinto anche se sul campo ha prevalso la squadra “Amici di Sara Mazzi”, tutti hanno ricevuto una coppa ed il completo di gara, soprattutto per aver voluto esserci.
Anche Betlemme ha voluto esserci inviando un messaggio che è stato letto prima del calcio d’inizio. L’evento ha avuto una appendice la Sara stessa, quando è stata donata al vescovo di Livorno presente in Parrocchia da Padre Gabriele ha ricevuto la maglia bianco-nera del torneo.
Un ringraziamento va al Livorno Calcio per aver concesso a titolo gratuito i campi di Stagno e aver omaggiato il torneo con la presenza di Luci e Djokovic al momento delle premiazioni.

Lettera da Betlemme
Carissima famiglia Mazzi, Padre Gabriele e tutti i partecipanti al 22° Torneo di Calcio “Sara Mazzi”.
vi raggiungo per fare sentire la presenza mia, quella dell’Amministrazione, dei dipendenti e soprattutto quella dei bambini ricoverati al Caritas Baby Hospital, in questo giorno dove si ricorda Sara.
Quale iniziativa più bella e nobile, fare memoria della dolce Sara, dove verranno raccolti fondi per permettere ad altri bambini di essere curati e guariti.
La vita di Sara oltre a continuare nei bimbi che hanno ricevuto i suoi organi continua anche per la vostra solidarietà, il vostro amore, la vostra passione nel fare del calcio e dello sport un’occasione di solidarietà.
Ringrazio allora prima di tutto Sara che da lassù continua a proteggerci ed intercedere per noi; la mamma e il papà, anche presidente dell’Associazione Sportiva “Sport per la vita”; P. Gabriele, definito da me come il vulcano per le sue continue iniziative che “sforna” a favore dell’unico ospedale pediatrico della Palestina. Ringrazio la parrocchia SS. Pietro e Paolo di Livorno dove P. Gabriele e’ pastore; il CSI di Livorno e le quattro squadre che hanno voluto partecipare all’evento.
Ad ogni giocatore che, mette gambe, cuore ed energie arrivi il mio abbraccio perché, come ex giocatrice di calcio, so che correre per 90 minuti non e’ facile.
A tutti voi e a tutti coloro che, non menzionati, comunque hanno reso possibile l’iniziativa, arrivi il mio grazie di cuore con l’assicurazione di una preghiera alla Grotta di Betlemme per ciascuno. Possa il Bambino Gesù donarvi quanto portate nel cuore.
Con affetto e stima
Sr. Donatella e tutti del Caritas Baby Hospital

Riproduzione riservata ©