Sport Combat conferma la sua leadership

Mediagallery

A Nettuno (Roma) il 12 Aprile, nella ultima tappa della Maratona italiana valevole per il Campionato Italiano Wtka, gli atleti della Sport Combat confermano la loro leadership. Veniamo quindi a riassumere le tappe che hanno permesso agli atleti della palestra di via Firenze 128 a Livorno di entrare di diritto nella finalissima del campionato italiano che si svolerà a Napoli il prossimo 23 e 24 Maggio.
Tappa di Brescia disputata domenica 1 febbraio. Nel palazzetto dello sport i livornesi nella prima tappa della Maratona si distinguono subito nei Kata (forme): Samuele Pellegrini  si classifica al primo posto in una categoria con 15 atleti, stessa sorte anche per Alessio Zoppardo, 1° classificato nel  kumite (combattimento) di categoria.
Tappa di Livorno disputata alla Bastia domenica 22 febbraio. Nei Kata (forme) i più piccoli salgono subito sui gradini del podio alternandosi tra un ottimo argento di Lorenzo Bertini e un secondo di misura sul primo classificato per uno scatenato Niccolò Pellegrini,  primo posto per la piccola esordiente Marta Turelli alla sua prima gara. Nei Cadetti e Juniores nella categoria Kata; Cristina Dogocher aggiunge un altro oro alla sua personale palmares e Samuele Pellegrini in un’affollatissima categoria ottiene un ottimo secondo posto; argento anche per Perla Galatolo che sfiora l’oro. Gli esordienti Beatrice Preziuso e Lorenzo Galatolo, nelle proprie categorie, ottengono i plausi del pubblico classificandosi  rispettivamente al secondo e primo posto. Nel Kumite (combattimento) i bambini Innocenti Diego e Capezzoli Federico si posizionano rispettivamente al quarto e terzo posto in una categoria veramente dura nonostante la giovanissima età degli atleti. Successivamente i Cadetti e Juniores confermano le ottime performance anche nel Kumite, Cristina Dogocher conquista subito oro, Perla Galatolo sbaragliando le avversarie sale sul gradino più alto del podio, Leonardo Talerico vince agilmente la sua categoria, mentre nella categoria superiore, ottiene un argento a causa di un infortunio in gara, oro anche per Lorenzo Galatolo alla sua prima gara nel Kumite. Nella categoria MMA, guidato dall’instancabile maestro Alessio Pacini, l’atleta Nicola Precaria conferma le suo doti innate come combattente salendo sul gradino più alto di categoria oltre ad ottenere un invidiabile secondo posto nella categoria superiore.
In casa, la pioggia di medaglie non si ferma per la società labronica che, anche nel kick boxing, lascia un segno indelebile nella K1 Light. I livornesi saturano il podio di color amaranto anche nella boxe tailandese  con i suoi atleti Alessandro Bertagni, Giacomo Manetti e Samuele Vivaldi classificatasi rispettivamente primo, secondo e terzo. Non contenti gli stessi conquistano agilmente l’oro nelle categorie di pertinenza. Tutte le competizioni della Muay Thai sono state seguite da un attento e soddisfatto maestro Emiliano Macchi.
Tappa di Bologna disputata domenica 15 marzo. Nei Kata (forme) come al solito partano i più piccoli: all’esordio in categoria ragazzi Marta Turelli ottiene di diritto il gradino più alto del podio. Si passa alle categorie dei grandi e Perla Galatolo si porta a casa un altro oro. Nel kumite Perla Galatolo si aggiudica un altro primo posto, nel maschile Leonardo Talerico e Lorenzo Galatolo  si aggiudicano la finalissima tutta amaranto e si posizionano rispettivamente al primo e secondo posto.
Tappa di Roma (Nettuno) disputata fomenica 12 Aprile. Nei Kata gli atleti giovanissimi partono con Lorenzo Bertini che in una categoria “infinita”, si qualifica al 5° posto, Greta Nieri sale sul gradino più alto del podio ottenuto con una performance che ha lascito tutti senza fiato; ottimo piazzamento anche per Niccolò Pellegrini che porta a casa un bronzo dopo uno spareggio per il secondo posto. Nei Cadetti e Juniores nella categoria Kata, Samuele Pellegrini ottiene un ottimo secondo posto e un terzo posto nella categoria Open, oro per Perla Galatolo che conferma le sue ottime prestazioni. Nel Kumite categoria pulcini Lorenzo Bertini per un soffio non sale sul podio classificandosi 4°, mentre nella categoria superiore dei bambini Diego Innocenti e Federico Capezzoli si posizionano rispettivamente al secondo e terzo ma hanno saputo dimostrare un ottimo carattere per questa disciplina. Successivamente la Cadetta Perla Galatolo si aggiudica l’oro nella sua categoria mentre nella categoria Open, dopo dei combattimenti di alta categoria sale sul podio.
A tutti gli eventi hanno partecipato il presidente Wtka Karate Italia maestro Daniele Angileri, il vicepresidente Gaia Dogocher, il segretario Gianni Santoro e il maestro Giampiero Lauciello direttore tecnico nazionale, che si sono complimentati per gli ottimi risultati ottenuti dai livornesimento Federale WTKA Karate Italia e, visti i risultati e trend degli ultimi anni, ha eseguito un restyling della palestra al fine di migliorare gli ambienti che potranno ospitare in modo più confortevole anche altri futuri “campioni” che intendono affiliarsi.

Riproduzione riservata ©