“Scalzi al Polo Nord”, un anno fa l’uscita del libro

Mediagallery

L’11 ottobre “Scalzi al Polo Nord” festeggerà la sua prima candelina: “Faccio quasi fatica a crederci…”, sorride l’autore Alessio Moretti. Fisioterapista di professione – con una seconda laurea in Podologia – Alessio è da sempre un folle amante del cinema e della scrittura: “Ma ogni volta che vado a vedere un film non riesco mai ad apprezzare un trailer, e allora mi sono detto perché non provare a concepirne uno tutto mio”. Detto, fatto. Scalzi al Polo Nord ha cominciato a prendere forma nell’autunno 2013, fino a quando lo scorso anno la casa editrice pisana Istos Edizioni ne ha acquistato i diritti mettendolo sul mercato con enorme entusiasmo (ad oggi oltre 1500 le copie vendute sul territorio nazionale): “Adoro anche viaggiare, e infatti la trama riguarda un viaggio di sei ragazzi su un furgoncino Westfalia, per evadere e staccare la spina; non si tratta né di un autobiografia né di pura fantasia (non esiste a mio avviso, ndr), ma di una rivisitazione di alcune mie esperienze in giro per il mondo”. Il libro paradossalmente è ambientato proprio in un anno, da settembre da settembre. E a distanza di un anno Moretti annuncia la sua seconda opera: “Al titolo, sinceramente, non ho ancora pensato, ma visto che la prima esperienza è andata bene, sto scrivendo un altro libro, tutt’altro libro. Presto ne saprete di più…”.

Riproduzione riservata ©