Sanremo e “Danzare per la vita” premiano Arabesque

Mediagallery

Arabesque con i suoi allievi torna anche quest’anno dal prestigioso teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, dopo aver partecipato alla XII° edizione del Festival Nazionale di danza “Danzare per la vita”, conquistando applausi e grande entusiasmo da tutti i presenti , ma soprattutto gli importanti consensi e riconoscimenti da parte della giuria.
“Danzare per la vita”, organizzato in collaborazione con l’Unicef e il patrocinio della regione Liguria, il comune di Sanremo e la Provincia di Imperia, ha saputo ritagliarsi uno spazio di primissimo piano fra gli eccellenti appuntamenti culturali di Sanremo richiamando a livello nazionale la partecipazione di 37 scuole e oltre 250 danzatori, provenienti da varie regioni italiane, che sono la vera anima del concorso e che ha reso tutto un autentico spettacolo.
La particolarità di questo concorso, a differenza dei vari che si svolgono in varie parti del nostro paese, è che ai voti della giuria si sommano i voti del pubblico che da casa segue l’evento in diretta live streaming collegato con 10 nazioni, 10 regioni e 259 città italiane.
Ad Arabesque, essendo vincitrice dell’edizione 2013, l’onore di aprire la serata con la coreografia “Gear” di Luca Lupi già presentata a Livorno nello spettacolo “Safari” organizzato dall’Anpi e Arci in collaborazione con il laboratorio teatrale della casa circondariale di Livorno. E a questo proposito l’Unicef ha inteso premiare la direttrice della scuola Arabesque Nicoletta Papetti per la ultradecennale collaborazione alla realizzazione di questo importante progetto di integrazione.
Venendo infine ai dettagli del concorso tre sono stati gli ambiti riconoscimenti ottenuti da Arabesque: sul podio al secondo posto in classifica generale la coreografia “Never” di Luca Lupi interpretata con grande professionalità e grinta da Federica Cangiano, Sara Valtriani e Marco Pasqualetti, inoltre il Premio “Teatralità e Espressivita”, nella categoria danza contemporanea, a Rachele Viani, interprete della coreografia di Lisa Simoncini “Un bel dì vedremo” ed infine Premio “Città di Sanremo” a “Forme Composte” di Roberta Furlan nella danza moderna.
Tutti gli allievi: Alice Bernini, Alessia Balzano, Nicoletta Boni, Francesca Chisari, Giorgia Civita, Ludovica Gesi, Sofia Grazzini, Sara Lombardini, Fabiola Luzzi, Sara Melita, Ginevra Gioli, Ginevra Leoni, Marco Niccolai, Sara Niccolai, Anna Nuzzi, Daniela Romboli, Margherita Santitto, Sara Stocchetti hanno vinto prestigiose borse di studio in importanti Campus estivi di Danza.
“Gear” e le tre coregrafie premiate hanno infine partecipato la sera successiva al gran galà della danza che si è svolto al teatro del Parco di Bordighera.

Riproduzione riservata ©