Palio dei rioni: vince il Quercianella

Mediagallery

di Gianni Picchi

Il Quercianella si aggiudica il quarto Palio dei Rioni e porta in cantina il drappo, a firma del pittore Ranzo Guarducci. La “Livorno Galoppo” ha portato in pista 16 rioni, come è stato sin dalla prima edizione. Sono state individuate tre corse: Premio Neive, Premio Brigata Paracadutisti Folgore e Premio Bistolfi, dove sono stati abbinati 5 cavalli/rioni nelle prime due corse, e sette nella terza. I primi due classificati del Premio Neive e Brigata paracadutisti Folgore, ed i primi tre del Premio Bistolfi, avrebbero disputato la corsa finale. Sono stati sette i cavalli/rioni che andavano a comporre la sesta ed ultima corsa della riunione: Premio Regione Toscana-Palio dei Rioni.
Poco prima veniva effettuato il sorteggio.
1 Coup de Talon – Borgo (A.D. Mighli)
2 Maredinverno – Ovo Sodo (S.Sulas)
3 Agnetta – Fabbricotti (D.Perovic)
4 Corona Boreale – Shangay (Al. Sanna)
5 Pretzhof – Ardenza (F.Bossa)
6 Kramer Drive – Quercianella (L. Maniezzi)
7 Top Experience – Stazione (Mario Sanna)

La corsa. Fino all’entrata in dirittura d’arrivo i cavalli avevano le stesse chance per aggiudicarsi la vittoria, poi agli ultimi 200 metri prendevano la testa Maredinverno e Kramer Drive. Quest’ultimo andava a prendersi la prima posizione. Micol Fenzi, addetta alla comunicazione per la “Livorno Galoppo, e speaker, chiamava sul palco del “Tondino”, prima i rappresentanti delle sezioni nautiche per donare loro una litografia, raffigurante l’ingresso dell’ippodromo, poi il presidente del Livorno Sud, che raggruppa i rioni di Ardenza, Montenero e Quercianella, per ritirare il drappo. A rappresentare il comitato del palio ed il comune di Livorno, Vittorio Pasqui.

Riproduzione riservata ©