Martelli torna “re dei 100”, un record tira l’altro

Mediagallery

di Gianni Stampa

Un altro record per Mauro Martelli, il decimo della sua più che brillante carriera. Questa volta è un primato che si è voluto riprendere. Nel 2013 due giovani americani, Jef Wuang (17 anni ) e Jovanni Stefani (18 anni) gli avevano tolto il primato della 100 km, su remoergometro concept 2, con un tempo di 6h 08’ 48”.2. Adesso è 6h 02’ 38”.5, quindi migliorato di 6’ e 10’’, con un a media, ai 500 metri, di 1’ e 48”7. La location, e non poteva essere diversa, la cantina dei Vigili del Fuoco Tomei, insieme al compagno di record, un fratello di sport, Augusto Zamboni da Genova. Ormai i due atleti hanno raggiunto un affiatamento perfetto, da notare, specialmente, nei cambi. Intorno all’emergometro due persone importanti per la realizzazione di questo ennesimo traguardo: la moglie Stefania ed il massaggiatore Filippo Marcheschi, il quale, a metà gara, è dovuto intervenire per scongiurare un attacco di crampi a Martelli.
Per il controllo del tempo, è stato presente Vittorio Pasqui, amico ed atleta di canottaggio. Infine due rappresentanti della stampa: uno, lo scrivente e l’altro, per l’emittente Telecentro, Massimiliano Bardocci, che ha filmato l‘evento.
Da tempo Martelli si allenava per cercare di tornare in possesso di questo record, ma, fino al giorno precedente, non era sicuro per la preparazione che aveva fatto e, da non sottovalutare, l’età: 49 Martelli e 35 Zamboni. Al termine felicità di avere concluso positivamente, e nell’intervista finale vi sono state le dediche di rito. Zamboni per tutti coloro che soffrono, e Martelli per i malati di tumore. E non finisce qui. Alla fine di maggio Martelli tenterà di abbattere il record della maratona. Si parla di tre giorni in piazza delle Repubblica.

Riproduzione riservata ©