Martelli a caccia di un nuovo record

Mediagallery

di Gianni Picchi

Mauro Martelli sale, ancora una volta, sul remoergometro per cercar di battere un altro record. Quello delle 24 ore che attualmente è di 371 Km. La manifestazione avrà come slogan  “Una ricerca da record, un record per la ricerca”, e si terrà il 3 e 4 maggio in via Martelli, angolo Piazza del Duomo, a Firenze.

Ricerca è quella sul cancro. Il 4 maggio 2012 a Martelli fu diagnosticato un tumore al colon. Il centro oncologico di Pisa, diretto dal dottor Falcone, lo preparò all’intervento, e lo “riprese” nel post operatorio. Da allora non ha lasciato un giorno il suo sport, e la sua opera in Sportlandia, di cui è presidente. Chi vince non dimentica. E Martelli, prima diventa testimonial, per la Toscana, per l’Airc, poi si avvicina alla Fondazione Arco, di Pisa, a fianco, per la ricerca, del centro oncologico di Pisa.

Perché Firenze come location per il suo nuovo record? Alcuni mesi fa, Martelli propose al presidente del canottaggio, Giuseppe Abbagnale, di formare un gruppo di atleti-vogatori che, ogni qualvolta, avessero bisogno di una location per effettuare gare, o tentativi per migliorare record, sia italiani, che internazionali, di cambiare, ogni volta, città. Così facendo si sarebbe potuto amplificare la cassa di risonanza per far conoscere la “ricerca”, e poter raccogliere fondi, affinché la speranza non si possa spegnere.

Il team che cercherà di battere il record in essere sarà composto da 10 atleti, i quali si alterneranno in 4 ore di voga, e 4 ore di riposo. Con Martelli, in squadra, il compagno di sempre nei record, Augusto Zamboni.

Alla conferenza, effettuata nella cantina del Vvff Tomei di Livorno, che è sede di allenamenti per Sportlandia, Massimiliano Bardocci ha fatto da moderatore, e presentato gli ospiti. Silvano Paolotti, ex atleta, con tanto di medagliere di tutto rispetto, ed ex presidente della sezione nautica Sorgenti. Vittorio Pasqui, presidente del comitato Palio Marinaro, vicepresidente di Sportlandia, e “fresco” campione d’Italia dei 200o metri. Il dottor Gianluca Masi, vicedirettore del centro Oncologico di Pisa. E Benedetto Catinel, della Inkosport, da sempre sponsor ufficiale di Mauro Martelli.

Riproduzione riservata ©