Football. Etruschi Livorno cala il poker

Mediagallery

Neanche la copiosa pioggia caduta a Massa riesce a fermare la corsa degli Etruschi Livorno, sempre più lanciati verso la prima posizione nel girone D di Terza Divisione. La formazione allenata da Antonio Mertoli si impone per 32-6 nella seconda trasferta stagionale. I labronici si sono dimostrati superiori agli avversari nonostante un campo ai limiti della praticabilità a causa dei continui rovesci che avevano funestato Massa nelle ore precedenti al kick-off. Per gli amaranto un’altra grande reazione dopo lo svantaggio iniziale, con i White Tigers seppelliti da una pioggia di punti iniziata nel secondo quarto e terminata solo con il fischio finale da parte dei direttori di gara. Grandi meriti della vittoria da attribuire ad una difesa sempre reattiva, con un Luca Prosetti in grande spolvero. I livornesi si portano così sul 4-0, mettendo una seria ipoteca sulla posizione di testa del girone, con tale traguardo che potrebbe essere raggiunto già sabato 30 con una vittoria sul campo dei Trappers Cecina e con la concomitante sconfitta dei White Tigers Massa per mano dei Sirbons Cagliari.

Partita che prende il via con più di 30 minuti di ritardo a causa delle condizioni del campo, reso pesante dalla pioggia. White Tigers Massa più pronti in avvio, con gli Etruschi che invece faticano ad adattarsi alla situazione che rende più difficoltoso il solito gioco di lanci orchestrato da Alessandro Campora e che livella i valori tecnici sul terreno di gioco. La formazione di casa passa dunque in vantaggio nel primo quarto con un touchdown su un lancio profondo che non trova la conversione da un punto. 6-0. I labronici sembrano accusare il colpo e la reazione non è violenta come quella di una settimana fa a Cagliari dopo il field goal subito al termine del drive di apertura del match. Il resto della prima frazione di gioco si trascina senza ulteriori sussulti. La resurrezione ospite dal pantano di Massa arriva però nel secondo quarto, prima con Lorenzo Campora che pareggia con un touchdown su corsa originata dalle 2 yards e poi con il vantaggio firmato dal tight end Massimo Palla con un’altra segnatura pesante, stavolta su ricezione. In entrambi i casi il tentativo di conversione da un punto fallisce. 6-12 all’intervallo.
Nella ripresa la distanza fra le due squadre cresce ancora con Jacopo Tamberi che mette le ali agli Etruschi con il suo touchdown su ricezione che fa muovere ancora lo score. 6-18 con il punto addizionale che continua a latitare. La pioggia continua a tormentare i giocatori, ma Livorno è più lucida e piazza la zampata decisiva con un altro touchdown su corsa, stavolta dalle 5 yards, del solito Lorenzo Campora. 6-24 il punteggio al termine del terzo quarto. L’ultima frazione di gioco non riserva sorprese, gli Etruschi controllano i tentativi di rimonta imbastiti dai White Tigers Massa e mettono a referto un altro touchdown con Giorgio Polidori, che entra in end zone dopo la ricezione. Enrico Longarini converte poi un gioco da due punti su corsa che inchioda il risultato sul 6-32.

Queste le impressioni dell’head coach amaranto, Antonio Mertoli, al termine della partita vinta contro i White Tigers Massa: “Abbiamo rischiato di non giocare perché alle 14 si è abbattuto un muro d’acqua su Massa che non consentiva di tracciare il campo, ma alla fine ce l’abbiamo fatta con mezzora di ritardo. La pioggia non è cessata e questo ha condizionato la gara. Ci siamo fatti trovare impreparati su un lancio lungo nelle battute iniziali, con il loro miglior ricevitore che ha controllato balla ed è entrato in end zone. Prima dell’intervallo abbiamo comunque reagito, chiudendo la prima metà di gara avanti per 12-6. Non stavamo giocando bene in attacco, ma la difesa è stata sensazionale con Luca Prosetti assolutamente dominante. Dal terzo quarto anche il reparto offensivo è decollato e penso che il nostro Paolo Campora (offensive coordinator, ndr) sia contento di quanto visto. Forse è stata la più bella partita stagionale, non tanto per il gioco espresso ma per l’intensità e per la nostra capacità di soffrire nei momenti bui e nella reazione. Ho visto grande maturità da parte di tutti. Adesso dobbiamo tenere alta la concentrazione ed andare a Cecina per ottenere la nostra quinta vittoria consecutiva. I White Tigers sono notevolmente migliorati rispetto allo scorso anno, hanno un buon quarterback anche in previsione futura e contano su una sideline veramente competente visto il loro coaching staff. Gli faccio un grosso in bocca al lupo per il prosieguo dell’annata sportiva, se lo meritano davvero”.

Riproduzione riservata ©