Ciclismo in lutto, addio all’ex ct azzurro Martini

Mediagallery

Si è spento all’età di 93 anni nella sua casa a Sesto Fiorentino (era nato a Firenze) Alfredo Martini, storico ex commissario tecnico della nazionale di ciclismo e presidente onorario della federazione. Nell’ultimo anno si muoveva a fatica per una caduta avuta in casa, ma era sempre presente e lucido.
Ex corridore professionista e poi direttore tecnico di squadre di ciclismo diventò nel 1975 ct azzurro fino al 1997, periodo  durante il quale ottenne sei successi iridati con Francesco Moser nel 1977, Giuseppe Saronni nel 1982, Moreno Argentin nel 1986, Maurizio Fondriest nel 1988, Gianni Bugno nel 1991 e nel 1992, più altri sette argenti e sette bronzi. Da corridore aveva vinto una tappa del Giro d’Italia nel 1950 vestendo anche per un giorno la maglia rosa.
Il cordoglio di Kutufà.
“Se n’è andato un vero campione, il più valido commissario tecnico che l’Italia del ciclismo abbia mai avuto, un grande uomo, autentico testimonial dei valori dello sport”. Così il presidente della Provincia Giorgio Kutufà, ricorda l’ex ct Alfredo Martini. “Un esempio per tutti gli sportivi e per tutti i giovani che, da vero maestro, ha sempre incitato ad un sano impegno. Voglio ricordarlo anche per la sua grande disponibilità personale, dimostrata quando non ha fatto mai mancare la sua collaborazione e partecipazione alle iniziative di promozione sportiva organizzate dalla Provincia. Rimarrà nei nostri cuori, con l’affetto e la gratitudine che si riserva ai personaggi che hanno fatto grande lo sport italiano nel mondo”.

Riproduzione riservata ©