Lo “Zoo di vetro” al Vertigo

Mediagallery

Fine anni Trenta. I Wingfield, Amanda e i suoi due figli Laura e Tom, vivono in una casa popolare di Saint Louise. Da tempo abbandonata dal marito la donna, afflitta da problemi economici e dalle difficoltà di dover cresce due figli da sola, è diventata petulante e possessiva, atteggiamento questo che si ripercuote sulla personalità dei ragazzi. Tom, operaio che di fatto mantiene la famiglia, si rifugia nella poesia per sfuggire alla sua grama esistenza e Laura, claudicante per una malattia infantile, solitaria e profondamente insicura, trova conforto solo nei dischi lasciati dal padre e nel suo piccolo zoo di vetro, fragile come lei. L’effimero equilibrio dei Wingfild va in pezzi quando compare Jim – amico di Tom del quale Laura era segretamente innamorata da ragazzina – giovane in cui Amanda intravede la possibilità di un futuro normale per sua figlia.

In scena sul palcoscenico del Vertigo, diretti da Marco Conte che torna alla regia, ci saranno Silvia Peluso nel ruolo di Amanda e Annalisa e Gianluca Arena, suoi figli anche nella realtà. I tre attori sapranno regalare al pubblico un’interpretazione intensa e carica di energia, a metà strada tra teatro e cinema. Con Lorenzo Luparini nel ruolo di Jim.

Appuntamento sabato 6 dicembre ore 21.30, domenica 7 e lunedì 8 dicembre alle 17.30 e venerdì 12 dicembre ore 21.30 (unica data con ingresso a 5 euro).

Amanda: Silvia Peluso Arena
Tom: Gianluca Arena
Laura: Annalisa Arena
Jim: Lorenzo Luparini

Assistente alla regia: Rebecca Luparini
assistente di scena: Elisa Puccini

Scene: Patrizia Coli, Marco Conte
Assistenza tecnica: Ugo Zammit
Trucco: Federica Lucchesi
Costumi: Elisa Puccini, Rebecca Luparini

Luci: Eleonora Antoni
Consulenza Musicale: Sergio Brunetti

Foto: Rebecca Luparini
Grafica: Francesco Cristiani

Riproduzione riservata ©