Zelig, assegnati 10 biglietti omaggio. “Ecco come nasce il mio Boiaman”

Mediagallery

 Quilivorno.it mette in palio 10 biglietti omaggio per lo spettacolo “Zelig Livorno” di giovedì 24 aprile per le prime dieci mail che arriveranno in redazione con oggetto “ZELIG”. Ad ogni indirizzo di posta elettronica un biglietto omaggio. I ticket dovranno essere ritirati al botteghino del Cral Eni entro e non oltre il pomeriggio di martedì 22 aprile. 

In vista del nuovo appuntamento con Zelig Livorno giovedì 24 aprile al Teatro Cral Eni intervistiamo la mascotte del Lab il mitico Simone “Boiaman” Gambis.

Da quanto frequenti il gruppo di Zelig Livorno?
Frequento il gruppo del Lab Livorno da più di tre anni. Prima ho frequentato il lab Zelig di Genova.

Come nasce l’idea di “Boiaman”?
L’idea di Boiaman nasce al lab Zelig a Genova ma verrà battezzato Boiaman a Livorno, durante un corso di sceneggiatura al ” Vertigo ” nel 2010-2011. Io stavo cercavo un personaggio nuovo e avevo in mente un supereroe pasticcione , a questo corso , venne a trovarci il regista Emanuele Barresi e anche lui aveva in mente lo stesso personaggio. Tra una chiacchera e l’altra è uscito fuori il nome di Boiaman!

Che tipo di comicità ti piace?
Mi piace la comicità dei cartoni animati , specialmente i Simpson

Un comico che ti ha ispirato o che hai particolarmente a cuore?
Non c’è uno in particolare. Mi piacciono sia i comici italiani che i comici americani

Come vedi la comicità toscana oggi?
C’è grande fermento…Io penso che ci sia sempre stata la comicità in toscana fin dai tempi di Leonardo da Vinci che inventò le barzellette a Firenze in pieno rinascimento fino a oggi.

Tre buoni motivi per venire a vedere Zelig Livorno?
Primo motivo per venire a vedere Zelig Livorno siamo tanti e siamo tutti bravi, secondo: 5 euro per 20 comici è un super prezzo anti-crisi e terzo: perchè c’è Boiaman!

Riproduzione riservata ©