Via al circo, solo cavalli. Esposto degli Animalisti

Lungo tira e molla. Nogarin: "Come Amministrazione abbiamo cercato di garantire il rispetto delle regole a tutela degli animali esotici, con il diritto al lavoro degli operatori”

Mediagallery

L’associazione Animalisti Italiani Onlus continua la battaglia e fa sapere di aver inviato un esposto alla Polizia Municipale, alla Asl e al Sindaco, con la richiesta di verifica delle autorizzazioni, delle condizioni igienico-sanitarie, degli scarichi, dei contratti dei lavoratori, del rispetto della Convenzione di Washington per la Tutela degli animali selvatici. Animalisti Italiani Onlus e AnimAnimale confermano, inoltre, le manifestazioni contro gli spettacoli del circo sia sabato 16 gennaio che domenica 17 gennaio. “Noi – spiega il presidente dell’associazione Walter Caporale, dopo la telefonata con il sindaco – apprezziamo l’impegno del sindaco che purtroppo è stato costretto dalla Prefettura a far svolgere gli spettacoli in territorio pubblico anche se è riuscito almeno a vietare l’uso di animali esotici. Il sindaco non poteva e non può vietare i circhi con animali sul suo territorio – tutte le Ordinanze di divieto emanate da tanti Comuni italiani, sono state impugnate dall’Ente Circhi ed annullate dai TAR regionali – ma nella lunghissima telefonata ha accolto le richieste degli animalisti Italiani Onlus di: invitare ufficialmente, a nome del Comune di Livorno, realtà circensi che non prevedono l’utilizzo e lo #sfruttamento di alcun tipo di specie animale; sostenere ufficialmente la proposte di legge in Parlamento che vieta l’uso degli animali nei circhi; sostenere la richiesta di abolire i fondi pubblici ai #circhi con animali.

Via libera al circo ma no animali esotici, solo cavalli – E’ arrivato l’ok, nella tarda serata del 14 gennaio, per lo show del Circo Medrano approdato in città in questi giorni e pronto per dare spettacolo fino al 31 gennaio. L’accordo arriva intorno alle 20 dopo una riunione con i titolari del circo stesso e il sindaco Nogarin. Nella mattina di venerdì 15 gennaio ci sarà un sopralluogo di prefettura e Asl e se tutto risulterà coerente con gli standard di sicurezza e igiene lo show si farà a partire da venerdì 15 gennaio quando, alle 17,30 si apriranno i tendoni per il primo spettacolo in programma. Un sì con condizionale. La condizionale è legata al fatto di non utilizzare “animali esotici” (leoni, cammelli, tigri, foche etc) negli spettacoli. Sulla sabbia del circo potranno esibirsi in pratica soltanto i cavalli e, logicamente trapezisti clown e tutti gli artisti del “Medrano” che conta circa 120 persone al seguito.
Giovedì 14 gennaio intanto il tendone era stato aperto ma lo show  era stato rinviato per “motivi burocratici”. Era infatti saltato il primo spettacolo in programma alle 17,30 del Circo Medrano a causa dei permessi non inviati entro 60 giorni e il conseguente “no” del Comune che aveva negato l’apertura. Poi il ricorso al Tar e il Tar che boccia il ricorso. Ecco in sintesi l’iter fino a questo 14 gennaio. Alle 19,30 i titolari del “Medrano” hanno infine incontrarto il sindaco Nogarin per capire il da farsi e per cercare di non buttare al vento 15 giorni di programmazione. Fuori dal circo, a partire dalle 16 di giovedì 14 gennaio, una nutrita rappresentanza di animalisti che, anche sotto la pioggia, non sono mancati all’appuntamento per esprimere il loro disappunto.
Il tutto presidiato e controllato da una decina di mezzi tra polizia, municipale e carabinieri, pronti a intervenire se i titolari del circo avessero contravvenuto alle indicazioni comunali. “Come Amministrazione Comunale abbiamo dovuto mediare tra quanto previsto dal regolamento comunale e quello che era emerso dall’incontro in Prefettura”. Così il Sindaco Nogarin che poi aggiunge: “alla fine si terrà uno spettacolo senza animali esotici, che spero sia solo il primo, di una lunga serie, nella quale l’arte circense non implichi la sofferenza dei nostri amici animali.”

Ricorso respinto – E’ stata respinta l’istanza presentata dal Circo Medrano, affinché gli fosse concesso d’imperio il suolo pubblico per lo svolgimento degli spettacoli, negato a suo tempo dal Comune di Livorno.
Il Tribunale Amministrativo di Firenze ha ritenuto, a un primo esame, infondato il ricorso, e che non esistano quindi i presupposti perché venga concessa tale misura cautelare provvisoria, CIRCO MEDRANOrimandando alla Camera di Consiglio per il 3 febbraio.

“Questa sentenza del Tar dimostra come la nostra amministrazione si sia mossa correttamente” ha affermato il Sindaco Nogarin che ha voluto ringraziare per il lavoro svolto gli uffici del Comune sottoposti in questi giorni a un fastidioso “mail bombing” da parte di “sostenitori” di questo genere di spettacolo.
Il Circo Medrano avrebbe dovuto iniziare i suoi spettacoli nella giornata di giovedì 14 gennaio in via Firenze. Il gruppo animalista AnimaAnimale aveva già organizzato dei presidi di protesta proprio davanti ai tendoni a partire dal pomeriggio di giovedì dalle 16 in poi (clicca qui per la pagina facebook). La sentenza del Tar però pone fine ad ogni tipo di discussione. Lo spettacolo non potrà andare in scena. Le luci del circo non potranno accendersi: autorizzazioni negate.

Riproduzione riservata ©