Una serata all’insegna della musica sacra

Mediagallery

di Roberto Olivato

E’ stata una serata all’insegna della musica sacra, quella che la sera del 12 dicembre, vigilia di S.Lucia, alcuni allievi dell’accademia MusicArea di Firenze ed altri del liceo livornese Niccolini Palli, hanno offerto al pubblico presente nella chiesa di San Ferdinando a Livorno, divenuta da tempo meta per diversi musicisti. Un concerto di flauti organizzato dalle professoresse Laura Maniscalchi e Stella D’Armento, a completamento di un percorso iniziato da entrambe circa tre anni or sono, nel corso del quale nacque in loro l’idea del gemellaggio tra flauti livornesi e fiorentini, a cui ha partecipato anche la soprano Martha Rook. Il progetto si è materializzato offrendo la possibilità a molti ragazzi di provare per la prima volta l’emozione di suonare fuori dalle aule scolastiche, davanti ad un attento pubblico che al termine del concerto ha dimostrato, con un prolungato applauso, il proprio incoraggiante gradimento, unito alle congratulazioni del parroco padre Emilio Kolaczyk, padre Michele Sigillino e delle suore Virginia e Margherita dell’attigua scuola materna.
I sei giovani intraprendenti flautisti e flautiste, future promesse musicali, hanno dimostrato col loro impegno come sia possibile navigare controcorrente, rispetto a quella massa di giovani inattivi che l’Istat quantifica in circa duemilioni e che non si assumono nessuna responsabilità scolastica o lavorativa. Eccoli i nomi dei virtuosi giovanissimi musicisti Niccolini-Palli:  Simone Di Pasquale, Greta Bontà e Noemi Egizio; Accademia MusicArea:  Lorenzo Califano, Irene Liverani e Jose Vinattieri.

 

Riproduzione riservata ©