Un film sulla difesa di Livorno del 1496. Il cast

Mediagallery

Il primo marzo scorso alle ore 11 se passavate sulla spiaggia del Calambrone potevate assistere al risveglio di un naufrago che svenuto sulla spiaggia si rinveniva e barcollando avanzava sull’arenile. Quell’uomo era Emanuele Bernardeschi, il mitico “Clopin” di Notre Dame de Paris che impersonava “Ludovico” il rivoluzionario, personaggio principale del film “Il pugno chiuso di Dio- Livorno 1496, la difesa del villaggio”.
Intorno a lui si muovevano freneticamente nove persone, addetti della troupe e della regia che stavano realizzando le riprese di una delle scene di questo film che racconta la storia di Livorno. Una giornata nuvolosa, un freddo pungente, eppure l’attore pur a torso nudo, con le artificiali ferite alla testa ed alle spalle per presumibili frustate ricevute, avanzava con un’efficace interpretazione del ruolo sulla spiaggia.
La trama del film racconta di come circa 300 anime del villaggio di Livorno, fra uomini, donne, ragazzi, tennero testa nel 1496 ad una armata di settemila soldati riuniti nella lega di milanesi, veneziani, genovesi, lucchesi, senesi, pisani e asburgici, comandata da Massimiliano I, in attesa che le milizie fiorentine e le navi francesi arrivassero a difendere il villaggio.
Emanuele Bernardeschi, eccezionale voce del celebre musical rappresentato per quattro anni in tutta Italia, vero artista che prosegue i suoi successi con spettacoli nei più importanti locali del nostro paese, sta interpretando magnificamente il suo ruolo con professionalità, circondato da altri attori locali come Marco Buti che è Guerrino Il villano di Livorno, Matteo Severi Marchi, Rinaldo il commediante di strada con la sua compagna “Eleonora” interpretata da Greta Casabona, Enrico Spagnuolo “Agostino” il bonario panettiere del villaggio proveniente dalla Sicilia, con la sua innamorata “Margherita” una strana ragazza dotata di veggenza interpretata da Margherita Franchi, Michela Pietra Caprina che interpreterà “Bianca” la ragazza serva della meretrice del villaggio “Maria” interpretata da Grazia Montuori, la dolce “Beatrice” interpretata da Tonia Biondillo,
Ma c’è anche la bella Annalisa Cacici che impersonerà “Matilde” moglie dell’avido “Filippo” interpretato da Maurizio Ieri, l’eremita religioso Francesco Sassara che sarà il corpulento “Giovanni”, il pescatore “Iacopo” della Cala di Labrone che sarà interpretato da Antonio Cristiano con la sua moglie “Brigida” interpretata da Antonina Messina, il commissario “Andrea De’ Pazzi” impersonato da Edoardo Ripoli con la di lui moglie “Vittoria” interpretata da Laura Persico, il capitano della milizia fiorentina Ciacchi interpretato da Daniele Dini, il pirata Alì impersonato da Roberto Carinzi. Molti altri saranno i ruoli, come Carlo VIII, Francesco II Gonzaga, Massimiliano I°, Savonarola, Bianca Maria d’Austria, e poi ministri, connestabili, tamburini per altrettanti interpreti e figurazioni. Il film presumibilmente uscirà in autunno di quest’anno.

Riproduzione riservata ©