Un “corto” labronico al Festival di Cannes

Mediagallery

“A New Born”, cortometraggio diretto da Simone A. Tognarelli, musicato da Jacopo Aliboni, entrambi livornesi entrambi, e girato interamente in 16 ore in una stanza dell’hotel Rex a Antignano, è stato selezionato per lo Short Film Corner al Festival di Cannes, kermesse cinematografica che avrà luogo dal 13 al 24 maggio prossimi.

Si tratta di uno dei primi risultati per questo progetto, che ha visto l’impegno di molte personalità note nel panorama del cinema indipendente: nel cast Gea Martina Landini e Michael Segal, per la crew alla direzione della fotografia Francesco Mazzei, al trucco Tommaso Paolicchi, Iacopo Navari aiuto regia, Ekaterina Kulakovskaya assistente al montaggio e poi gli altri livornesi Angelo Liuzzi (fotografo di scena e terzo operatore di macchina), Alessio Barzocchini (effetti visivi), Davide Tognarelli (assistente di produzione) e Sara Spagnoli (segretaria di edizione).

L’impatto visivo del cortometraggio ha molto a che vedere con atmosfere Lynchiane e con un surrealismo che vuole omaggiare in parte Maya Deren e in parte la letteratura Ballardiana, ma con uno stile personale solido e originale. Vi sono anche scene girate con la tecnica della stop motion.

Sulla trama e le tematiche trattate è stato calato un velo di mistero, la cui rivelazione vuole essere affidata alla visione. In programma ci sono già alcune proiezioni nazionali, le cui date saranno comunicate a breve sulla pagina facebook ufficiale del corto: https://it-it.facebook.com/pages/A-New-Born-Short-Film/498321073634086

Per Simone A. Tognarelli si tratta del primo lavoro come regista, anche se dalla collaborazione con Jacopo Aliboni sono già nati altri progetti, tutt’ora in corso di sviluppo.

Riproduzione riservata ©